Tragedia negli USA, l’arbitro lo espelle, lui lo uccide con un pugno

John Bieniewicz, la vittima di 44 anni
John Bieniewicz, la vittima di 44 anni

Follia negli Stati Uniti, un arbitro di calcio è stato colpito con un pugno domenica a Detroit mentre dirigeva una normale partita di calcio. Il direttore di gara, John Bieniewicz, è morto due giorni di agonia, accusato un trentasettenne di nome Baseel Abdul-Amir Saad. Secondo quanto riportato dal Detroit Free Press, quotidiano locale, Abdul-Amir Saad avrebbe colpito l’arbitro di 44 anni dopo esser stato espulso. “Non ho mai visto nulla del genere nella mia vita, l’arbitro non ha fatto nulla per provocare questa reazione. John non ha avuto neanche il tempo di capire cosa stesse accadendo.” – le parole di Scott Herkes, calciatore presente al momento della tragedia. Allo stadio ci sarebbero stati anche la moglie e la figlia di dieci mesi dell’uomo ucciso. Attualmente Saad è in carcere ed è stata fissata una cauzione di cinquecento mila euro. “Il mio cliente ha collaborato con la polizia e si è costituito volontariamente. Sulla base delle dichiarazioni di alcuni testimoni non ancora ascoltati dagli inquirenti, posso dire che i fatti sono stati fraintesi. Il mio assistito è innocente fino a che non sarà dimostrato il contrario. Per quanto possa essere tragica questa storia, dobbiamo aspettare ad emettere sentenze.” – ha dichiarato Brian Berry, avvocato dell’accusato.

Be the first to comment

Leave a Reply