Tragedia in Qatar, muore il Chucho Benitez

Ci ha lasciati a soli 27 anni il Chucho Benitez. Per la seconda volta in due settimane una tragedia sconvolge il Sud America. Benitez, classe ’86, era di nazionalità ecuadoregna e si era appena trasferito all’Al-Jaish, squadra qatariota. Non deve accadere che un giocatore, una persona muoia a 27 anni, non può accadere. Non si sa come sia morto, la fonte più probabile che arriva dal Qatar è un arresto cardiaco nella sua abitazione, il Chucho in seguito è stato trasferito all’ospedale ma non c’è stato nulla da fare. Altri parlano di un appendicite sfogatasi in peritonite acuta, altri ancora sostengono sostengono che sia stato un incidente stradale. Tutto questo è accaduto stanotte, a Doha. L’unica cosa certa è che Benitez non c’è più, come comunicato anche dalla sua famiglia. Era un attaccante dotato di un eccezionale fiuto del gol tanto di riuscire a segnare 52 gol in 77 partite con l’America, squadra con cui giocava fino a poco tempo fa. Inoltre era anche un giocatore della nazionale ecuadoregna con la quale ha segnato 24 gol in 58 partite. La prima grande dimostrazione di solidarietà è arrivata proprio da un suo compagno di nazionale, Luis Antonio Valencia del Manchester United che ha scritto sul suo profilo Twitter:

Sarai mio fratello per sempre, il dolore è fortissimo ma ti vogliamo bene

Sono seguite anche le condoglianze di altri giocatori e di Radamel Falcao, che conosceva l’attaccante. Ma non solo, tutto l’Ecuador è in lacrima per la morte di quello che era considerato il più forte della nazionale. Anche noi di Paneecalcio.com ci uniamo alle condoglianze nei confronti della sua famiglia.

Chucho Benitez Il Chucho Benitez con la maglia dell’America, squadra messicana con cui ha giocato per tre anni. Il 6 luglio era stato ceduto all’Al-Jaish per 11,5 milioni di euro e ieri aveva esordito in un match di campionato.

Be the first to comment

Leave a Reply