Stadi del mondo: Estadio Azteca

L’Estadio Azteca di Città del Messico è uno degli stadi più importanti al mondo. Uno stadio pieno di storia, il teatro dell’ultimo mondiale vinto e giocato da Pelé. Uno degli stadi più grandi e ricchi di storia del pianeta, l’Azteca vide posare la prima pietra nel 1963 e venne completato tre anni dopo. Si trova in Messico, nella capitale, più precisamente nel quartiere di Santa Ursula dal quale lo stadio prende il soprannome El Coloso de Santa Ursula, spesso utilizzato soprattutto in Messico. L’Azteca prende ispirazione dal popolo degli Aztechi che popolò il Messico prima dell’arrivo dei colonizzatori spagnoli. Lo stadio ha una capienza di più di centomila spettatori, l’affluenza è spesso massima sia nelle partite della nazionale messicana sia in quelle del Club America che nelle partite importanti, come i play-off per il titolo, riesce a superare la soglia delle centomila persone. Lo stadio venne costruito in vista delle Olimpiadi 1968 da disputarsi in Messico. Venne inaugurato in un amichevole tra America e Torino, finita 2-2; alle Olimpiadi ospitò l’esordio della nazionale messicana contro la Colombia, la partita fu vinta dai padroni di casa 1-0 con gol di Luis Estrada. Il Messico si piazzò quarto non salendo sul podio, ma lo stadio raggiunse la sua massima popolarità nel 1970, quando in Messico vennero disputati i Mondiali. Come già detto, quello fu l’ultimo Mondiale di Pelé, il terzo trionfo prima del ritiro dal suo Brasile. Il Messico, nella prima partita, pareggiò con l’URSS. In quel Mondiale l’Azteca sono una volta non raggiunse i centomila spettatori, in una partita tra Uruguay e URSS. Nella finale, vinta 4-1 dal Brasile contro l’Italia, si presentarono circa 107 mila spettatori paganti; Pelé segnò il primo gol su cross di Rivelino, il secondo fu opera di Gérson, il terzo di Jairzinho e per finire segno Carlos Alberto. In seguito lo stadio ospitò il Mondiale femminile nel 1971, quattro anni dopò fu la casa dei Giochi Panamericani vinti dagli Stati Uniti. Poi nel 1986 il Messico fu di nuovo votato per essere la sede del mondiale di quell’anno, vinto dall’Argentina. Recentemente qui si giocarono i Mondiali U-17 nel 2011 vinti dalla selezione messicana. Da quando lo Stadio Azteca esiste, il Club America è una delle squadre più forti del Messico. Nel 1966, l’anno dell’inaugurazione dello stadio, i giallo-blu vinsero il loro primo scudetto, tornarono negli anni ’80 con cinque scudetti nell’arco di sei anni. Nel 2013 il Club America ha vinto la Clausura 2013 in finale contro il Cruz Azul davanti a 103 mila spettatori.

Lo stadio ha un grande parcheggio collegato al centro di Città del Messico. I sedili sono coperti ed è presente una zona dedicata appositamente alle persone disabili. L’impianto è di proprietà del Grupo Televisa, un gruppo radio-televisivo privato messicano.

Un settore dello stadio
Un settore dello stadio
L'Estadio Azteca
L’Estadio Azteca
Dall'alto
Dall’alto

Be the first to comment

Leave a Reply