Selezioni di calcio delle Americhe

CSANF

 

GUADALUPA

Guadalupa         Guadalupa 2
È una delle selezioni di calcio più forti al mondo avendo partecipato anche a 3 CONCACAF Gol Cup. Guadalupa è una selezione perché non è nella FIFA, ma è affiliata alla CONCACAF e può partecipare anche a questi tornei continentali. Il CT della nazionale è Roger Salnot, lo stesso dal 2001, vera bandiera del calcio guadalupense. La nazionale veste una maglia rossa con bordi bianchi, dei pantaloni verdi e dei calzettoni gialli, i ragazzi della selezione sono soprannominati Gwada Boys. Ha esordito perdendo 6-0 contro Martinica nel 1934, ma si è rifatta nel 2001 sconfiggendo 11-0 le Isole Vergini Britanniche. È gestita dalla Ligue Guadeloupéenne de Football, la federazione che controlla anche il campionato. Come abbiamo già detto è una delle nazionali centroamericane più forti, ma è inferiore a Martinica che ha dimostrato anche nel 1975 di essere più forte battendo i Gwada Boys 8-2. I giocatori più bravi della nazionale sono Livio Nabab, in forza al Caen, Franck Grandel in forza al Digione, Jean-Luc Lambourde dell’Amilcal e David Fleurival del Metz. Molti giocatori francesi sono in realtà di origine guadalupense come Louis Saha e Michael Ciani della Lazio oppure Thierry Henry di padre guadalupense.

Livio Nabab Livio Nabab con il Caen

GUIANA FRANCESE

Guyana Francese        Guyana Francese 2       Guyana Francese 3
La Guiana Francese è una selezione di calcio che rappresenta la dipendenza francese in Sud America che confina con il Suriname. Come per Guadalupa ci sono dei giocatori importanti con origini della Guiana Francese, ma che hanno scelto di giocare per altre nazionali, uno di questi è Florent Malouda. Il CT della Guyana Francese è, scusate il gioco di parole, il francese Ghislain Zulémaro. Stavolta però la Guiana Francese non ha mai disputato una CONCACAF Gold Cup, ma a vantaggio dei guadalupensi l’esordio contro Martinica è finito in pareggio. La Guiana Francese però non deve essere confusa con la Guiana, che è uno stato ed una nazionale. Nella sua storia la selezione ha vinto molte partite contro nazionali centroamericane, ad esempio un 4-0 contro la Dominica e il Suriname. Veste una maglia a strisce bianco e nere con maniche e pantaloni neri, mentre i calzettoni sono verdi.

Lesly Malouda Lesly Malouda, centrocampista della selezione

MARTINICA

Martinica       Martinica 2

È finalmente arrivato il momento di parlare della selezione di calcio di Martinica, una dipendenza francese in Centro America. La selezione è molto antica, la prima partita risale al 1931 contro le Barbados, la partita giocata in casa è finita 2-3. Ma Martinica nella storia ha sempre dimostrato di essere più forte delle altre selezioni americane, ha tirato fuori talenti che altre selezioni non hanno e ha partecipato a 3 CONCACAF Gold Cup e vinto una Coppa dei Caraibi nel 1993. Thierry Henry è di madre martinicana. Il CT della nazionale è Theodore Antonin scelto dalla Ligue de Football de Martinique. Il periodo migliore per Martinica è stato negli anni ’90 e inizio 2000 quando oltre a vincere la Coppa dei Caraibi è arrivata ai quarti di finale alla CONCACAF Gold Cup e ha sconfitto nazionali come Dominica e Isole Cayman per 7-0. I tre giocatori più forti della nazionale sono Ivash Seccheteu, Frédéric Piquionne e il capitano José-Karl Pierre-Fanfan. Veste in casa una divisa bianca coi bordi blu, mentre quella di trasferta è totalmente blu.

Frédéric Piquionne Frédéric Piquionne, vera stella della selezione. Con Martinica ha giocato 30 partite segnando 18 gol.

SAINT-MARTIN

Saint-Martin        Saint-Martin 2

La selezione di Saint-Martin rappresenta la dipendenza francese in Centro America. A differenza di quello che sembra Saint-Martin ha disputato molte partite vincendo anche 3-1 contro le nazionali di Montserrat e Anguilla. Può partecipare alla CONCACAF Gold Cup anche se però non si è mai qualificata. L’esordio della selezione si ebbe nel 1994 contro Antigua e Barbuda, la partita è stata persa 2-1, ma sicuramente la prima prestazione degli isolani è stata positiva. Il CT della nazionale è Andy Gerard scelto dalla Comité de Football des Îles du Nord, la federazione calcistica di Saint-Martin. La maggior parte dei giocatori della selezione gioca a Saint-MArtin ad eccezione del portiere Paul Nephtalie Decimus che gioca negli USA. La divisa di casa è giallo-azzurra a strisce mentre quella di trasferta è blu oltremare con bordi rossi.

SINT-EUSTATIUS

Sint Eustatius

La selezione è molto debole e rappresenta la dipendenza olandese in Centro America. I colori sociali sono il blu ed il rosso, ossia i colori nazionali. Il maggior risultato ottenuto è un pareggio contro il Sint-Marteen, la partita finì 2-2. Non è affilaita alla CONCACAF e quindi non può partecipare a tornei continentali. La nazionale è debole anche per via dell’esigua popolazione dell’isola, 3.100 abitanti.

SINT MARTEEN

Sint Marteen     Sint Marteen 2

Il livello della nazionale è pari a quello di Saint-Martin. La prima partita della nazionale è stata contro le Isole Cayman nel 1992 terminata con la vittoria del Sint Marteen per 4-2. Però due anni dopo la partita si ripeté nelle Cayman e finì 5-0 per i britannici. Sempre due anni dopo la dipendenza olandese registrò la più ampia vittoria della storia battendo Anguilla 4-0. È controllata dalla Federazione calcistica di Sint Marteen il cui presidente è Eugenio Rignald. Il CT è Arjen Argus. Anche se è affiliata alla CONCACAF non si è mai qualificata al torneo continentale. La divisa di casa è azzurra e verde acqua, mentre quella di trasferta è completamente bianca.

GROENLANDIA

Groenlandia     Groenlandia 2

Un discorso a parte merita la Groenlandia che per i tornei che ha svolto dovrebbe essere inserita tra le selezioni europee, ma geograficamente è una dipendenza danese in America. I giocatori della selezione soprannominati Polar-Bamserne ossia Orsacchiotti polari hanno giocato molte partite contro le Faær Øer e contro l’Islanda, ma nessuna delle due federazioni le riconosce come partite ufficiali. I due grandi tornei disputati nella storia sono stati la FIFI Wild Cup in Cipro Nord e la ELF Cup. Nella prima la Groenlandia è stata eliminata ai gironi dopo esser arrivata ultima a 0 punti date le sconfitte contro Zanzibar e Cipro Nord. La ELF Cup invece è finita molto meglio, la Groenlandia non ha passato il turno, è arrivata 3° su 4 ma ha vinto la prima partita contro la Gagauzia grazie ai gol di Sandgreen e Kreutsmann, la seconda la pareggiata contro Zanzibar grazie ad un gol al ’78 di Mortensen, ma ha perso 0-1 l’ultima contro il Kirghizistan che comunque è una nazionale. La Groenlandia ha partecipato inoltre a 11 Island Games arrivando alle semifinali per 3 volte. Recentemente (2009) la FIFA ha accettato la richiesta della Groenlandia di poter affiliarsi o alla CONCACAF o alla UEFA e di poter disputare partite ufficiali. Proprio il presidente della FIFA, Sepp Blatter, nel 2010 è andato in Groenlandia ad inaugurare il primo campo di calcio riconosciuto dalla FIFA a Qaqortoq, si tratta di erba sintetica. Lo sponsor della nazionale è la Coca-Cola, mentre le magliette le fornisce la Umbro; un altro sponsor è la Air Greenland, un’agenzia aerea che collega la Groenlandia alla Danimarca. L’attuale CT della nazionale è il danese Jens Tang Olesen, lo stesso dal 2002, in precedenza la nazionale era stata allenata dal tedesco Sepp Piontek e dai groenlandesi Lars Olsvig e Ulf Abrahamsen. I giocatori della selezione giocano prevalentemente in Groenlandia e il capitano è Niklas Kreutzmann che ha giocato 21 partite segnando 10 gol. Come per le altre squadre caraibiche (anche se c’è una notevole differenza climatica) vale il discorso del giocatore forte che gioca per un’altra nazionale. In questo caso si parla di Jesper Grønkjær, oggi ritirato, ma è nato a Nuuk ed ha scelto di giocare per la nazionale danese. La selezione è controllata dalla Football Association of Greenland in cui il presidente è Lars Lundbland; in casa veste una divisa composta da una maglia bianca e dei pantaloncini rossi, mentre in trasferta è il contrario.

Niklas Kreutzmann Niklas Kreutzmann con la maglia dell’Aarhus Fremad, una squadra danese. Lui è nato in Danimarca ma ha scelto di giocare per la Groenlandia avendo le origini groenlandesi. Gioca per la selezione dal 2003.

ISOLA DI PASQUA

Isoal di Pasqua

La selezione di calcio dell’Isola di Pasqua è una delle più forti del panorama sudamericano. Rappresenta l’Isola di Pasqua, un territorio cileno, è controllata dalla Associación de Fútbol Amateurde la Isla de Pascua che ha scelto come CT il cileno Miguel Angel Gamboa. La selezione ha giocato la sua prima partita contro la selezione di Juan Fernàndez, ma la partita finita in vittoria per 3-5 non fu ufficiale, quindi l’esordio riconosciuto ci fu contro il Colo Colo, una squadra del campionato cileno, il Colo Colo vinse la partita 4-0. L’esordio con il Colo Colo ci fu nel 2009 e quella contro Juan Fernàndez nel 1996, sempre in quell’anno l’Isola di Pasqua disputò anche un’altra partita con l’altra selezione cilena vinta 16-0, ma anch’essa non fu riconosciuta. La selezione gioca le sua partite all’Estadio de Hanga Roa che ha una capienza di 2.500 posti a sedere. Il capocannoniere di sempre è Edgardo Pastén con 5 reti, oggi i giocatori più rappresentativi della selezione sono, oltre al capocannoniere, Petero Avaka, Miguel Guzman, Jovino Tuki e Roberto Pena. Una curiosità: la selezione prima di scendere in campo esegue la Haka, la celebre danza Maori eseguita dalla nazionale di rugby neozelandese prima di ogni partita. Veste una maglia rossa con pantaloncini bianchi.

AYMARA

Aymara

La selezione di calcio del popolo degli Aymara rappresenta appunto il popolo degli Aymara in America Latina. Nonostante la popolazione Aymara sia superiore a quella delle Falkland, la selezione  ha  giocato partite ufficiali contro la selezione dei Mapuche pareggiando 1-1 la prima e perdendo 5-2 la seconda. La selezione è membro della CSANF.

ISOLA DI FERNANDO DE NORONHA

Fernando de Noronha

Qui non vale il discorso fatto per la selezione di calcio degli Aymara che ha a disposizione 1.600.000 abitanti, perché l’Isola di Fernando de Noronha ne conta solo 3.000. Anche qui però la selezione isolana che rappresenta l’omonima isola in Argentina, non ha giocato partite, è solo una selezione simbolica, però è membro della CSANF

GALÁPAGOS

Galapagos

La selezione di calci delle Galápagos è una selezione molto debole, ma a differenza delle altra selezioni sudamericane ha giocato una partita, contro l’Isla Margarita, finita 2-0 proprio per le Galápagos. I colori della selezione sono il verde, il bianco e l’azzurro, in quanto la bandiera dell’arcipelago (simile a quella della Sierra Leone) riporta questi colori. In casa veste una divisa totalmente verde, in trasferta un completo bianco con bordi blu, che però non ha mai indossato. La selezione è membro della CSANF.

GEORGIA DEL SUD E ISOLE SANDWICH MERIDIONALI

Georgia del Sud e Isole Sandwich Meridionali

La selezione riguarda le Isole della Georgia del Sud e le Isole Sandwich Meridionali, dei territori d’oltremare britannici. Dato il numero della popolazione, 30 abitanti, è impossibile creare una squadra di calciatori, la selezione è solo simbolica. Le isole si trovano più vicino all’Antartide che all’Argentina sono ricoperte in gran parte da ghiaccio. Fa parte della CSANF.

GUARANI

Guarani

La selezione di calcio di Guarani è una selezione di calcio sudamericana che rappresenta  il popolo Guarani che vive nei paesi di Bolivia, Paraguay, Brasile, Argentina e Uruguay. I colori sociali della selezione sono il bianco, il blu e il rosso, simili a quelli del Paraguay. La selezione è un membro affiliato della CSANF.

ISLA MARGARITA

Isla Margarita

La selezione di calcio dell’Isla Margarita, in italiano “Isola Margherita”, rappresenta l’omonima isola in Venezuela ed è la più grande delle isole della Nueva Esparta. La selezione ha giocato delle partite con gli altri membri della CSANF (l’isola è membro), una di queste partite è stata la sconfitta 2-0 contro le Galapagos, quella è stata l’unica vittoria dell’arcipelago ecuadoriano.
SANT’ELENA
Sant'Elena
La selezione di calcio di Sant’Elena è una selezione calcistica africana, ma membro della CSANF, che riguarda alcune selezione sudamericane, Sant’Elena, Tristan da Cunha e  Ascensione. La selezione ha giocato una partita contro Tristan da Cunha, vinta 9-0 in casa. Questa è stata l’unica partita disputata dalla selezione. Il colore sociale della nazionale è il blu.
TRISTAN DA CUNHA
Tristan da Cunha      Tristan da Cunha 2
La selezione di calcio di Tristan da Cunha rappresenta l’arcipelago di Tristan da Cunha, l’Isola Inaccessibile e l’Isola di Gough, queste ultime però sono disabitate. Tristan da Cunha è un membro della CSANF e nella sua storia ha giocato una sola partita, contro Sant’Elena, per altro persa 9-0. Ha giocato anche altre partite, ma non contro selezioni o nazionali. I colori sociali di Tristan da Cunha sono il bianco, il blu e il rosso, quelli dell’Union Jack britannica, la selezione è controllata dalla Tristan da Cunha Football Association e gioca le sue partite allo Stadio di Edimburgh of The Seven Seas, il principale centro abitato dell’arcipelago. La divisa di casa è composta da una maglia e dei pantaloncini blu con bordi bianchi e calzettoni rossi, mentre quella di trasferta è totalmente bianca con bordi rossi.
ASCENSIONE
Ascensione     Ascensione 2
La selezione di calcio dell’Isola di Ascensione rappresenta la omonima isola in Africa che appartiene al Regno Unito. Ascensione è molto piccola come isola e la selezione non ha mai giocato una partita ufficiale. Il simbolo della selezione è l’Union Jack britannica, ossia la bandiera del Regno Unito.
ISOLE FALKLAND
Falkland    Falkland 2
Questo è un esempio di forza di volontà, perché nel calcio tutto è possibile. Le Falkland sono un piccolo arcipelago da sempre conteso dal Regno Unito e l’Argentina. La selezione è controllata dalla Falkland Islands Football Association ed è un membro della CSANF. Le Falkland per due anni hanno partecipato agli Island Games, un gioco che riguarda appunto le isole in particolare quelle europee. La prima volta gli Island Games sono andati molto male, ma in compenso le Falkland hanno vinto la prima partita della loro storia. L’esordio contro l’Isola di Man è finito 9-0 per l’Isola di Man, ma 5 giorni dopo, il 13 luglio 2001 Isole Falkland-Isole Orcadi finisce 4-1 per i sudamericani, prima vittoria della storia. Esattamente quattro anni dopo ai secondi Island Games le Falkland perde di nuovo contro l’Isola di Man per 9-0. Il portiere della nazionale è Chris Gilbert, altri giocatori sono Patricio Balladares, Josh Clayton, Carlos Fajardo, Zaza Elbakidze, James Peck e altri. La nazionale in casa veste una maglia rossa e il resto della divisa nera, mentre in trasferta un completo nero con strisce bianche.
JUAN FERNANDEZ
Cile
La selezione di calcio dell’Isola di Juan Fernandez è una selezione calcistica che rappresenta l’isola cilena di Juan Fernandez. La selezione è molto debole, non perché non ha mai giocato, ma perché ha giocato delle partite ottenendo risultati molto scarsi. Nel 1996 giocò due partite contro l’Isola di Pasqua, la prima la perse 4-0, la seconda fu una batosta molto più grande, 16-0. Tuttavia queste partite non furono riconosciute ufficiali dalla CSANF. Il simbolo della nazionale è la bandiera cilena.
ISOLE MAGELLANE
Isole Magellane
La selezione di calcio delle Isole Magellane rappresenta l’omonimo arcipelago, in Cile. Le Isole Magellane non hanno mai giocato una partita ufficiale, quindi è anche impossibile giudicarle. La selezione è un membro della CSANF che controlla le selezioni sudamericane, i colori delle Isole Magellane sono il giallo e il blu.
MAPUCHE
Mapuche
La selezione di calcio dei Mapuche è una selezione calcistica che rappresenta il popolo dei Mapuche in Sudamerica. La selezione ha giocato solo due partite nella sua storia contro Aymara, la prima pareggiata 1-1, la seconda vinta 5-2. La selezione Mapuche è membro della CSANF, l’organizzazione che controlla il calcio in Sudamerica indipendente dalla FIFA. La divisa di casa è composta da una maglia azzurra verso il blu, dei pantaloncini neri e calzettoni verdi. In trasferta veste un completo bianco con bordi blu.
MARTIN GARCIA
Argentina
La selezione di calcio di Martin Garcia rappresenta l’enclave argentina in acque uruguayane. Martin Garcia è l’unica selezione argentina, ma non ha mai disputato partite ufficiali. Martin Garcia ha solo 150 abitanti, dividiamo diviso due per le donne e leviamo gli anziani e i bambini. Rimangono solo pochi adulti maschi che formano la selezione di calcio. Comunque la selezione è controllata da una federazione e è affiliata alla CSANF. Il simbolo della nazionale è la bandiera argentina.
QUECHUA
Quechua
La selezione di calcio dei Quechua, rappresenta il popolo dei Quechua in Perù, Bolivia ed Ecuador. La selezione non ha disputato partite ufficiali, solo partite con squadre locali. La selezione dei Quechua è un membro della CSANF, l’associazione che controlla le selezioni sudamericane. I colori dei Quechua sono i colori dell’arcobaleno.
SAN ANDRES, PROVIDENCIA E SANTA CATALINA
San Andres, Providencia e Santa Catalina
La selezione di calcio di San Andres, Providencia e Santa Catalina rappresenta l’omonimo dipartimento in Colombia che è formato da questi arcipelaghi. La selezione non ha mai giocato partite ufficiali ma ha a disposizione un buon numero di abitanti, in totale 60 mila abitanti, includendo donne, anziani e bambini. I colori sociali della selezione sono il bianco e il celeste, quelli del dipartimento. La selezione è membro della CSANF.
ISOLA DEL PRINCIPE EDOARDO
Isole del Principe Edoardo
Questo è il primo caso di una selezione femminile più famosa di quella maschile. La selezione maschile dell’Isola del Principe Edoardo non è membro della CSANF e neanche della NF-Board o affiliata CONCACAF. La selezione femminile invece nel 2007 ha vinto la medaglia d’argento ai Giochi delle Isole e ha buoni contatti con la CONCACAF. Tutte e due le selezioni giocano le proprie partite nello stadio di Charlottetown, la capitale. I colori sociali sono il rosso e il giallo, in trasferta si utilizza il nero. L’Isola del Principe Edoardo è una dipendenza del Canada.
SAINT-PIERRE E MIQUELON
Saint-Pierre and Miquelon 2       Saint-Pierre and Miquelon
La selezione di calcio di Saint-Pierre e Miquelon rappresenta l’omonima dipendenza francese in Nord America. San Pierre e Miquelon nella sua storia non ha giocato molte partite con altre selezioni, ma con nazionali e squadre di vecchie glorie. Infatti, la più bella partita della selezione è stata contro una squadra composta da vecchi giocatori francesi capitanati da Michael Platini. La partita nel 1997 finì 5-4 per i francesi, ma i tifosi della selezioni giunti allo stadio John Giradin esultarono moltissimo e furono contenti per la prestazione della loro squadra. In realtà l’esordio della nazionale si ebbe nel 1958 contro dei marinai sbarcati sull’isola tifosi dell’Excesior Roubaix, la partita fu persa 3-1. Nel 2001 la federazione di Saint Pierre e Miquelon, la LFSPM, ha organizzato un’amichevole con lo Zambia, persa però 11-0. Nel 2008 sempre la LFSPM e la FFF, la federazione calcistica francese, crearono un nuovo torneo, la Coupe de l’Otre-Mer, un torneo per i territori d’oltremare francesi, la prima volta Saint-Pierre e Miquelon non partecipò, ma la seconda volta si piazzò all’ottavo posto senza fare un punto, la prima partita la perse contro Riunione 11-0, la seconda contro la Guiana Francese 0-7 e la terza 0-10 contro Mayotte. L’anno scorso, nel 2012, Saint-Pierre e Miquelon ha disputato la sua seconda Coupe de l’Outre-Mar ed è andata anche peggio, 0-13 contro Guadalupa, 0-10 contro Riunione, 11-1 contro Guiana Francese e 1-16 contro la Nuova Caledonia. Oggi il CT della selezione è Yannick Laffont, i giocatori giocano tutti all’ASIA, all’ASSP o all’ASM, uno dei giocatori più bravi è Xavier Delamaire che ha segnato un gol con la sua selezione. Essa veste in casa una maglia blu con banda bianca orizzontale sul petto, pantaloncini bianchi e calzettoni rossi; in trasferta gioca con una divisa composta da maglia bianca, pantaloncini blu e calzettoni rossi.
NEVIS, TOBAGO, SAINT-BARTHELEMY, SAINT CROIX, SAINT THOMAS, TORTOLA, VIRGIN GORDA
Queste sono tutte selezioni minori, le più deboli delle Americhe, quelle che non hanno mai giocato una partita ufficiale e che non sono membri né della NF-Board né della CSANF. Sono principalmente isole, Nevis e l’Isola minore di Saint Kitts e Nevis, il suo colore sociali è il giallo. Tobago è l’isola minore del Trinidad e Tobago, Saint Barthelemy è una dipendenza francese in Nord America, Saint Thomas e Saint Croix sono due isole delle Vergini Americane, Tortola e Virgin Gorda sono due isole delle Vergini Britanniche.
Nevis
NEVIS

Be the first to comment

Leave a Reply