Scozia, clamoroso a Edimburgo – l’Hibernian retrocede in Scottish Championship

Nessuno l’avrebbe pronosticato. Dopo lo 0-2 all’andata ottenuto sul campo dell’Hamilton, l’Hibernian inciampa clamorosamente in casa perdendo ai rigori contro i biancorossi salutando così la massima serie scozzese insieme ai “cugini” dell’Hearts, penalizzati per problemi economici. Al contrario sta vivendo una favola l’Hamilton, formazione di una cittadina del Lanarkshire, che potrà assaggiare la Premiership dopo tanti anni. Passati subito in vantaggio dopo tredici minuti con l’anziano Jason Scotland, originario di Trinidad e Tobago, i rossostellati hanno trovato il raddoppio negli ultimi secondi di partita con la rete del francese Anthony Andreu, il vero eroe di questa giornata. Nel tabellino dei supplementari c’è solo un’ammonizione per Andy Ryan, si è dovuto ricorrere ai calci di rigore. Dagli undici metri si complica subito la strada per gli Hibs che sbagliano il primo rigore calciato da Thompson. Ne segna quattro su quattro l’Hamilton che ottiene la promozione grazie all’errore di Jason Cummings. E pensare che i biancoverdi si erano piazzati settimi in campionato, solo un posto sotto il St. Johnstone. Una differenza molto consistente di quattordici punti che ha “condannato” gli edimburghesi ai play-out. Nel gruppo per la retrocessione l’Heart si è classificato ultimo, l’Hibernian una posizione avanti. Fatale quella sconfitta col Kilmarnock, quel gol di Boyd il quale ha costretto la squadra centoventinovenne allo spareggio. È finita male, la sfortuna e qualche errore di troppo hanno relegato una delle squadre pià vecchie del mondo a giocare l’edizione 2014-2015 della Scottish Championship, a cui parteciperà un’altra grande squadra, i Rangers di Glasgow, falliti qualche anno fa che anno come obiettivo la promozione diretta in Premiership.

Anthony "Tony" Andreu festeggia la rete al '93
Anthony “Tony” Andreu festeggia la rete al ’93

Be the first to comment

Leave a Reply