Progetto giovani: Teeboy Kamara

Spesso, soprattutto nei paesi più poveri africani, i bambini non hanno il sogno di diventare dei fuoriclasse ma solo di poter avere un pallone, una palla da calciare, purtroppo non sempre questo accade. Nel caso di Teeboy Kamara, nato nel 1996 a Monrovia, la capitale della Liberia ma anche una delle città più povere del pianeta, perde il papà prima della sua nascita e a 6 anni è costretto ad emigrare dalla Liberia per raggiungere l’Australia facendo sosta in Guinea ed in Sierra Leone. Arriva in Australia ad Adelaide sede di una comunità liberiana. Kamara incomincia a giocare in una piccola squadra locale con i suoi connazionali liberiani ma il suo talento non passa inosservato. L’Adelaide United, squadra di prima divisione australiana lo acquista per poco o niente e lo fa giocare negli allievi, a quei tempi il mister doveva ancora decidere il ruolo di Kamara così lo prova centravanti, il risultato? Segna valanghe di gol imponendo un fisico potente e veloce. L’Adelaide United pensa bene di farlo giocare già in prima squadra a 15 anni ancora non compiuti, però Kamara accetta di allenarsi con la prima squadra ma vuole anche giocare con la squadra U-23 dell’Adelaide. Esordisce in A-League a 15 e 212 giorni diventando il più giovane giocatore ad esordire in A-League. Acquisisce la nazionalità australiana e decide di giocare nel’Australia u-17 e fino ad ora ha giocato 3 partite non segnando nessun gol. Nel suo sedicesimo compleanno l’Adelaide ufficializza che Kamara avrà il suo primo contratto da professionista di tre anni. Non avendo neanche 17 anni non può avere un valore elevato ma viene considerato come un giocatore di livello giovanile.

kamaraKamara con la maglia dell’Adelaide

stapletonsportsmanagement.com

Il momento più bello della vita di Kamara, l’esordio con l’Adelaide 

Be the first to comment

Leave a Reply