Premier League qatariota, l’Al-Sadd di Raùl domina il campionato

al-saddLo stemma dell’Al-Sadd

Il Qatar è sempre stato un posto dove finire la carriera per grandi giocatori, fuoriclasse o campioni, è il caso di Raùl Gonzalez Blanco, bandiera per 18 anni del Real Madrid con cui ha segnato 323 in 741 partite che dopo essersi trasferito allo Schalke 04 per due stagioni ha scelto l’Al-Sadd per finire la carriera. Sicuramente la presenza di Raùl sta aiutando l’Al-Sadd  a mantenere il primo posto, ma attenzione soprattutto al Lakhwiya che non ha fuoriclasse a fine carriera ed è a 6 punti dall’Al-Sadd. Una squadra che certamente si è rinforzata molto è l’Al-Gharafa, quinta in classifica, che in estate aveva preso Mark Bresciano ex calciatore di Lazio, Palermo e Parma, ma ora nel mercato di gennaio ha preso Nenè dal PSG e Djibril Cissè due attaccanti che nell’apice della loro carriera valevano più di 15 milioni di euro (soprattutto Cissè, al Liverpool ne valeva 20). Ma attenzione anche all’Al-Rayyan che ha in rosa Fàbio Cesar, ex giocatore di Napoli ed Udinese e Nilmar della nazionale brasiliana ed ex del Lione e del Villareal; all’Al-Jaish che ha in rosa Karim Ziani algerino ex Marsiglia e Wolsburg e Ahmed Hadid uno dei giocatori omaniti più forti di sempre; e al Qatar SC che ha giocatori piuttosto scarsi ad eccezione di Bakary Kone bandiera della Costa d’Avorio sin dal 2002. In zona retrocessione ci sono l’Al-Arabi acerrima rivale dell’Al-Sadd che ha in rosa Houssine Kharja e l’Al-Sailyah ormai spacciata a 6 punti nonostante in rosa abbia Arouna Dindane, Moumouni Dagano e la giovane promessa qatariana Fahad Khalfan classe ’92. Le altre squadre sono: l’Al-Wakra di Pierre-Alain Frau; l’Al-Khor del bassissimo Madson (157 cm!) e dell’attaccante Julio Cesar; l’Umm-Salal di Ismael Bangoura, Sahid Boutahar e Cabore; ed infine l’Al-Kharaitiyat di Domingos, Yahia Kébé e Alain Dioko.

khalfanIl ventenne Fahad Khalfan dell’Al-Sailyah

2space.net

 

 

Be the first to comment

Leave a Reply