Mondiali U-17 – Sontuoso Mali, battuto il Belgio e finale contro la Nigeria

Mali-BelgioContinua a volare il Mali, vittorioso anche nella semifinale contro il Belgio. I maliani non avevano mai raggiunto l’atto conclusivo del torneo in precedenza, si giocheranno il tutto per tutto nella finalissima contro la Nigeria. Sarà un match speciale, la seconda finale di un Mondiale U-17 tra due squadre africane a distanza di 22 anni dalla prima volta. In terra giapponese la Nigeria affrontò il Ghana campione in carica, battuto 2-1. L’Africa è un continente sempre più in crescita sotto il punto di vista calcistico, lo stanno testimoniando i risultati raggiunti dalle nazionali giovanili e quelle maggiori. Il Mali ha avuto una crescita esponenziale negli ultimi anni, è riuscito a ottenere due secondi posti in Coppa d’Africa e altri risultati incoraggianti. In questa rassegna cilena la squadra allenata da Baye Ba ha realizzato solamente prestazioni di alto livello, sin dall’esordio con il Belgio. Proprio contro i Diavoli Rossi si sono imposti in semifinale all’Estadio la Portada. Le Aquile hanno rimontato lo svantaggio iniziale fissando il risultato sul 3 a 1. Dopo circa un quarto d’ora sono infatti gli europei a sbloccare la partita. Il gol è un capolavoro della coppia Van Camp-Rigo: il primo inventa con una fantastica trivela, il secondo calcia di prima a tu per tu con il portiere avversario insaccando il pallone. Passano solo sei minuti e al 22′ gli africani trovano il pari con una rete di notevole fattura. Aly Malle prende spunto dal suo collega belga e mette al centro dell’area un pallone delizioso d’esterno, Boubacar Traoré calcia al volo ristabilendo la parità. Il primo tempo scarseggia di altre occasioni degne di nota, la ripresa invece si apre subito con una grande chance per il Mali: Malle tenta la percussione personale ma il suo tiro esce di poco al lato della porta avversaria. Tuttavia la rete maliana non tarda ad arrivare e al 55′ Maiga sfrutta un’uscita a farfalle del portiere Teunckens per portare avanti la sua squadra. Nel finale Koita sigilla il risultato con una rasoiata mancina che manda al settimo cielo la nazionale maliana. I giocatori africani si lasciano andare al solito balletto tradizionale, il Belgio invece esce con le mani tra i capelli e le lacrime agli occhi. La delusione è tanta, ma i ragazzi di Browaeys si metteranno subito al lavoro per per conquistare la medaglia di bronzo. La “finalina”, contro il Messico, avrà luogo a Viña del Mar poco prima della sfida tra Mali e Nigeria (20.00 e 23.00, domenica 8 novembre).

Be the first to comment

Leave a Reply