Mondiali U-17 – Poker Ecuador, la Francia si inchina alla Costa Rica

Costa RicaFRANCIA-COSTA RICA – Termina clamorosamente agli ottavi di finale l’avventura della Francia nella Coppa del Mondo cilena. I ragazzi transalpini erano stati indicati da tutti gli esperti come i favoriti alla vittoria finale, ma hanno dovuto fare i conti con un’ottima Costa Rica che ha sbarrato loro la strada. All’Estadio Regional de Chinquihue i centroamericani realizzano una vera e propria impresa contro i campioni d’Europa in carica, battuti ai calci di rigore dopo un pareggio a reti inviolate ai tempi regolamentari. La prima grande occasione del match capita sui piedi degli europei, più precisamente di Odsonne Edouard, il quale, servito perfettamente da Ikoné, non riesce a centrare lo specchio della porta da solo davanti al portiere avversario. Nella ripresa è la Costa Rica ad avere una ghiottissima chance per portarsi avanti: su un calcio di punizione battuto da Roberto Cordoba, Hernandez impatta bene il pallone di testa ma colpisce la traversa. Anche la seconda frazione di gioco si conclude con le reti bianche, sono allora necessari i calci di rigore per decretare il vincitore della gara (non esistono infatti i tempi supplementari). L’errore decisivo dagli undici metri è del capitano francese Cognat, il quale spara il pallone sopra la traversa. Andy Reyes non fallisce il match point al quinto tiro dei costaricani e manda al settimo cielo la nazionale allenata da Marcelo Herrera. Per la Costa Rica si prospetta un altro match difficilissimo: ai quarti di finale sfiderà infatti il Belgio.

Ecuador U17

RUSSIA-ECUADOR – L’Ecuador asfalta la Russia e supera un turno molto ostico. Entrambe le nazionali erano considerate due possibili sorprese del Mondiale e non hanno deluso le aspettative. I russi però si sono dovuti arrendere di fronte alla furia della Tricolor, vincente l’ottavo di finale contro la nazionale europea per 4-1. Continua la favola della compagine sudamericana, mai arrivata sul podio nelle precedenti edizioni della Coppa del Mondo U-17. Gli ecuadoriani affronteranno tra qualche giorno il Messico e, qualora dovessero passare il turno, incontreranno una tra Brasile e Nigeria. Non sono certo partite facili ma si sa che la strada per arrivare a un trionfo è tortuosa e colma di insidie. L’Ecuador ne ha scongiurata una per ora, rappresentata dalla Russia. All’Estadio Municipal de Concepción i ragazzi guidati da José Rodriguez regalano spettacolo e passano in vantaggio dopo tre minuti. La firma è di Jhon Pereira, autore di un coast to coast su contropiede e di un tiro ben piazzato che batte Maksimenko. La reazione della formazione europea non si fa attendere e al 16′ i russi trovano il pari. Grande giocata sulla trequarti di Galanin, il quale salta un uomo e regala un assist perfetto a Chalov che calcia in porta di prima intenzione. La difesa della squadra di Mikhail Galaktionov è però molto traballante e se attaccata va in netta difficoltà. In occasione del secondo gol ecuadoregno l’errore è di Zakharov, il quale vede sfuggirsi il velocissimo Corozo che raccoglie il lancione dalle retrovie di Espupiñán e conclude a rete. L’incontro è molto vivace, ambedue le squadre hanno importanti occasioni per andare a segno. La Russia sfiora la rete del pari con Chalov, protagonista di uno stop di petto in area di rigore e di un fantastico tiro al volo, parato dal portiere Cevallos. Nella ripresa l’Ecuador si scatena sfruttando ancora gli immensi spazi lasciati dalla difesa avversaria. Pereira trova la doppietta con un fantastico scavetto sull’estremo difensore avversario al 65′. La marcatura che spegne definitivamente le speranze di rimonta russe è una perla di Juan Nazareno, artefice di una bomba dai 30 metri che si insacca sotto il sette. La rete entra di diritto tra i capolavori più ammirevoli del torneo.

 

Be the first to comment

Leave a Reply