Mondiali U-17 – Passeggia il Mali, la Croazia butta fuori la Germania

Mali U17MALI-COREA DEL NORD – Tutto facile per il Mali contro la Corea del Nord, battuta 3-0 dalla formazione africana. I maliani sono ancora imbattuti dopo quattro partite e stanno impressionando gli addetti ai lavori per il bel gioco espresso. Tra qualche giorno affronteranno la Croazia in una sfida ad armi pari, sarà curioso assistere alla partita per vedere quale delle due compagini avrà la meglio. All’Estadio Fiscal de Talca le Aquile passano in vantaggio dopo appena otto minuti per merito del solito Amadou Haidara, autore di un eccellente tiro dalla distanza che si insacca dove Ri Chol-Song non può arrivare. Il numero 18 riceve palla sulla trequarti e lascia partire una botta dai 25 metri ben angolata. Il raddoppio arriva al 37′ sugli sviluppi di un calcio di punizione: Aly Malle pennella un pallone al centro dell’area che Sidiki Maiga deve solo spingere in porta. In una circostanza simile gli asiatici sfiorano l’1-2 con un colpo di testa di Han Kwang-Song parato da Diarra. Nella ripresa gli africani continuano a deliziare il pubblico presente con schemi d’alta scuola, come quello che porta al terzo gol. Al 48′ Haidara regala un assist d’oro a Maiga che da solo davanti all’estremo difensore avversario conclude a rete. Nonostante le pratiche siano già state archiviate, la partita continua a essere vivace ed entrambe le squadre hanno occasioni per andare a segno. Il Mali crea molto e la Corea del Nord deve fare i conti con un Diarra particolarmente in forma. Qualificazione più che meritata da parte dei ragazzi di Baye Ba, i quali sperano in una storica prima vittoria nel torneo.

Croazia

CROAZIA-GERMANIA – Cade rovinosamente la Germania contro la Croazia, la quale batte 2-0 i teutonici e vola ai quarti di finale. Il risultato che arriva dall’Estadio Municipal de Concepción è abbastanza clamoroso, una delle nazionali favorite alla vittoria finale del titolo è costretta a fare le valigie e tornare in Europa. Il merito (o la colpa, dipende dai punti di vista) è della Croazia, sempre più potenza emergente del calcio mondiale. Dopo pochi minuti la selezione balcanica sfiora il vantaggio con un tiro dal limite dell’area di Josip Brekalo, il quale vede ribattersi la sua conclusione prima dal portiere avversario e poi dal palo. Tuttavia l’1-0 non tarda ad arrivare e all’11’ minuto Nikola Moro gonfia la rete approfittando di un batti e ribatti in area di rigore per portare in vantaggio la compagine allenata da Dario Basic. Nella ripresa la Germania ha tante occasioni per pareggiare, una in particolare con Eggestein che non riesce ad appoggiare la palla in porta da distanza ravvicinata. La Nationalelf non trova il pari e la Croazia la castiga in contropiede, complici gli errori di Burnic e Abu. Brekalo lancia a campo aperto Delic che entra in area di rigore e regala un assist d’oro a Lovren, il quale deposita il pallone in porta al 91′ minuto. Tanta amarezza per la Germania, la Croazia ottiene invece una vittoria inaspettata e continua a sognare, ai quarti se la giocherà, come detto prima, con il Mali.

Be the first to comment

Leave a Reply