Mondiali 2014, l’Argentina vola in semifinale dopo 24 anni

Di Maria, Messi, Higuain e Biglia festeggiano il vantaggio dell'Argentina
Di Maria, Messi, Higuain e Biglia festeggiano il vantaggio dell’Argentina

Basta un gol di Higuain per riportare l’Albiceleste in semifinale di un Mondiale dopo 24 anni. Uno a zero al Belgio, la squadra di Sabella incontrerà una tra Olanda e Costa Rica all’Arena de São Paulo. Decide un gol di Gonzalo Higuain dopo otto minuti – magia dell’attaccante napoletano che buca la porta difesa da Courtois con un tiro di prima dopo una ribattuta di Vertonghen su tiro di Messi. L’Argentina gestisce la gara e spreca qualche opportunità, la più clamorosa capita sui piedi di Di Maria al ’33 che però calciando in porta si fa male al muscolo ed è costretto a uscire lasciando il posto a Perez. Wilmots sbaglia la formazione iniziale ed è costretto nel secondo tempo a sostituire gli insufficiente Origi e Mirallas con Lukaku e Mertens. Il Belgio negli ultimi minuti cerca palloni in area avversaria ma gli attaccanti belgi vengono spessi colti in fuorigioco. L’Argentina ha l’opportunità di chiudere la partita ma Messi spreca la chanche del raddoppio a tu per tu con Courtois. I “Diavoli Rossi” non riescono a pareggiare nonostante i molti tentativi, l’Argentina vola in semifinale e spera in un trionfo nella Coppa del Mondo che manca dal lontano 1986 quando Maradona trascinò la Seleccion alla vittoria in terra messicana.

Be the first to comment

Leave a Reply