Mondiali 2014, Krul salva l’Olanda, battuta la Costa Rica ai calci di rigore

Krul e Cilessen
Krul e Cilessen

Un cambio può cambiare una partita, lo sa bene Louis Van Gaal che grazie a Tim Krul, portiere del Newcastle, potrà continuare a guidare gli Orange anche in semifinale contro l’Argentina. Decisiva la sostituzione al ‘120 che ha consentito l’ingresso al secondo portiere della nazionale al posto di Cilessen, una manciata di secondi e poi i tiri dal dischetto. Nei tempi regolamentari (e supplementari) la partita è finita in parità, sono stati necessari i tiri dagli undici metri per determinare le sorti dell’incontro. “Ci siamo allenati per giocare contro la Costa Rica nella gara contro il Messico”, aveva detto Van Gaal prima della partita. In effetti il gioco dei costaricani assomiglia molto a quello della squadra di Herrera. Nel primo tempo una sola volta i Ticos vanno vicini al gol, nei minuti finali Sneijder colpisce il palo con una punizione. Navas è una saracinesca e l’Olanda non riesce a bucare la rete del portiere del Levante per tutti i centoventi minuti. Al ’92 Tejeda salva sulla linea un tiro a botta sicura di Van Persie dopo un’altra parata di Navas, la Costa Rica ha una chanche per portarsi avanti nei supplementari con Ureña ma il costaricense trova un attento Cilessen. Al ‘199 Sneijder centra un’altra traversa. Si va ai calci di rigore con Krul che permette all’Olanda di passare il turno. Due parate su Ruiz e lo sfortunato Ureña, nessuno dei quattro tiratori nederlandesi sbaglia e l’Olanda vola in semifinale dove incontrerà l’Argentina.

Be the first to comment

Leave a Reply