Mondiali 2014, Germania sul tetto del mondo

Trionfo della nazionale tedesca che ha battuto in finale del Mondiale brasiliano l’Argentina, uscita sconfitta dall’incontro ai supplementari. La Germania sale sul tetto del Mondo dove resterà per i prossimi quattro anni, non succedeva dal 1990 quando in Italia i tedeschi alzarono al cielo la loro terza Coppa del Mondo, quella di oggi è la prima della Germania unificata. Una partita molto quilibrata, nel primo tempo le occcasioni sono mancate per entrambe le formazioni. Annullato giustamente un gol a Higuain, per pochi secondi i tanti tifosi argentini presenti al Maracanã hanno esultato pensando di avere il vantaggio in mano. Da sottolineare un palo colpito da Howedes su calcio d’angolo verso la fine del primo tempo regolamentare. Nella ripresa Sabella inserisce Palacio e Aguero ma non cambiano le cose nel reparto offensivo albiceleste. Al ’57 Messi spreca l’opportunità del vantaggio sudamericano concludendo malamente con il piede sinistro il pallone del vantaggio. Sempre nel secondo tempo Kroos sbaglia una grande chanche per i tedeschi concludendo male dal limite dell’area, all’88 il Maracanã regala un’ovazione a Klose quando lascia il posto a Götze terminando il suo quarto e ultimo Mondiale. Ai supplementari la palla della vittoria capita sui piedi di Palacio che prova il pallonetto contro Neuer fallendo una grande occasione. Così come successo nel 2010, la rete che sblocca la finale arriva a sette minuti dalla fine. Cross di Schürrle , stop di petto di Götze che al volo calcia di sinistro mettendo a segno una delle marcature più belle della competizione. Non riesce a rimediare la  squadra di Sabella che prova fino all’ultino con il cuore e con il poco fiato rimasto a ribaltare le sorti della finale. Al ‘121 Mascherano prende palla dalla difesa e con una percussione travolgente semina il centrocampo bianconero. Servito Messi, Leo guadagna un calcio di punizione che vuole battere lui stesso sparando alta la palla. Philip Lahm alza al cielo la coppa sotto il cielo di Rio de Janeiro che si tinge di nero-rosso-giallo. È il quarto titolo della Germania nella sua storia, il terzo l’aveva vinto nel ’90 in Italia proprio contro l’albiceleste. James Rodriguez capocannoniere, Neuer miglior portiere, Messi miglior giocatore, Pogbe miglior giovane.

 Germania campione

Be the first to comment

Leave a Reply