MLS, il Kansas City torna campione dopo 13 anni

Il Kansas City festeggia la vittoria

Finisce anche il campionato statunitense-canadese, che negli ultimi anni ha guadagnato molta popolarità grazie agli arrivi di Beckham, Keane, Nesta e Di Vaio, per nominarne alcuni. In realtà la MLS ha anche giocatori di ottima qualità che potrete vedere in Brasile con la nazionale statunitense e quella costaricana. Lo Sporting Kansas City (o Wizards) è tornato a vincere la più importante competizione nordamericana dopo 13 anni dalla prima vittoria. La seconda è arrivata stanotte quando i maghi hanno battuto ai calci di rigore il Real Salt Lake. La partita era iniziata in salita con l’infortunio dello spagnolo Orio Rosell, poi nel secondo tempo è arrivato il gol del Real Salt Lake con l’attaccante costaricano Alvaro Saborio. A fare l’1-1 è stato il difensore francese Aurelién Collin, nominato anche miglior giocatore della finale. Anche nei supplementari è finita in pareggio, allora si sono tirati i calci di rigore. Nella prima sequenza dei cinque tiri, entrambe le squadre ne hanno sbagliati due. Per decidere chi sarebbe stato il campione, si è dovuto andare a oltranza fino al 10° tentativo. A sbagliare è il difensore giamaicano Lovel Palmer, che colpisce la traversa. Secondo titolo per il Kansas il quale nei pley-off aveva eliminato New England e Houston Dinamo.

Il Kansas City festeggia la vittoria
Il Kansas City festeggia la vittoria

Be the first to comment

Leave a Reply