Messico, Cuauhtémoc Blanco lascia il calcio a 42 anni

Cuauhtémoc BlancoLa leggenda del calcio messicano, Cuauhtémoc Blanco, lascia il calcio a 42 anni dopo 23 anni di attività tra i professionisti. Campione nella Confederations Cup nel 1999 con la Tricolor, “The King” ha collezionato 122 presenze e 39 gol in nazionale. Bandiera del Club America, ha concluso la sua ultima stagione con i colori del Puebla realizzando quattro reti in venti partite e alzando al cielo la Coppa del Messico. Inventore della Cuauhtemiña, gesto tecnico che consiste nel dribblare l’avversario saltando con il pallone stretto tra i piedi, Blanco ha comunicato la sua decisione di appendere gli scarpini al chiodo via Twitter. “Tutti quanti mi ricorderanno per aver dato sempre il massimo in nazionale e nelle squadre in cui ho giocato. Voglio ringraziare la mia famiglia, tutti quelli che hanno lavorato con me e i tifosi che mi hanno sostenuto durante questa lunga carriera”- ha dichiarato la ormai ex seconda punta messicana. Dopo il calcio, el Tiburón Blanco, ha deciso di intraprendere la carriera politica: si candiderà infatti alle elezioni come sindaco della città di Cuernavaca per il partito socialdemocratico messicano.