Lazio – “Insieme”, un messaggio lanciato ai serbi e gli albanesi – anche l’Empoli si aggrega

Lazio
A partire da sinistra in basso (senso antiorario): Strakosha, Cana, Djordjevic, Berisha e Basta

AGGIORNAMENTO ORE 18,00: anche l’Empoli si è aggregato al messaggio di pace lanciato qualche ora fa dalla società biancoceleste. La squadra toscana, che in rosa ha l’albanese Elseid Hysaj e il serbo Nemanja Radonjic, ha pubblicato una foto nella quale ritrae i due giocatori che si stringono la mano in mezzo al manto erboso dello stadio Carlo Castellani. Ancora un messaggio di pace condiviso dall’account Facebook della Serie A con l’hashtag #ilcalcioèdichiloama.

Una foto molto significativa, cinque giocatori che si tengono per mano, tre albanesi e due serbi. È quello che è successo oggi a Roma sponda Lazio dove il capitano della nazionale albanese Lorik Cana, i portieri connazionali Etrit Berisha e Thomas Strakosha (U21 albanese), l’attaccante serbo Filip Djordjevic e il terzino destro Dusan Basta (assente nella partita di martedì a causa di un infortunio) hanno posato insieme mano nella mano mandando un messaggio a tutto il popolo serbo e quello albanese. “#Insieme” è l’unica parola comparsa insieme alla foto nei profili Facebook e Twitter della formazione capitolina. D’altronde quasi tutti i giocatori sia serbi che albanesi avevano espresso la loro opinione dopo la partita ribadendo la mancanza di odio tra i giocatori – lo stesso Cana aveva rivelato che il terzino del Chelsea Ivanovic era entrato negli spogliatoi dell’Albania dopo la partita per chiarire la situazione con gli avversari.  La Lazio è una delle poche squadre che ha in squadra giocatori di entrambe e nazionalità, ieri c’era stato anche un confronto tra il ds Tare, anch’egli albanese, e i tre giocatori coinvolti nella famosa partita. “A Berisha e Cana ho stretto la mano” – ha dichiarato il centravanti serbo Djordjevic. Aria di tranquillità tra i giocatori, speriamo possa esserci anche tra i due popoli.