In viaggio per Euro 2016 – Presentazione

Europei 2016Mancano esattamente 100 giorni all’inizio della quindicesima edizione del Campionato Europeo che quest’anno si disputerà in Francia. Il 10 giugno 2016 si apriranno le porte dello Stade de France per la sfida tra la formazione ospitante e la Romania, in programma per le ore 21. La nazionale nostrana esordirà con il Belgio tre giorni dopo, alla medesima ora. Naturalmente non avremo a che fare con orari fuori portata per le abitudini europee, come è stato invece per il Mondiale brasiliano, anche se si registrano alcune eccezioni per partite che andranno in scena alle tre del pomeriggio (una coinvolge Italia e Svezia). La rassegna si concluderà un mese esatto dopo l’apertura, ovvero il 10 luglio. Le 24 compagini partecipanti (otto in più rispetto alla passata edizione) sono state divise in sei gironi: passeranno le prime due di ogni gruppo e le quattro migliori terze, selezionate in una speciale classifica. Ottavi, quarti e semifinali ci condurranno poi all’atto conclusivo, da disputare così come la gara inaugurale allo Stade de France. La formula non prevede la presenza della finale per il terzo posto, abolita dal 1984.

Euro 2016

Passiamo adesso agli aspetti più pratici per continuare la presentazione di Euro 2016. Iniziamo dalla domanda che più desta interesse: dove vedere le partite? La risposta ce l’ha data qualche giorno fa Sky che ha comunicato di aver acquistato i diritti per trasmettere tutti i 51 incontri del campionato europeo. Tuttavia chi non è in possesso dell’abbonamento alla piattaforma di Murdoch potrà vedere comunque 27 gare (tra cui quelle degli azzurri, quattro ottavi di finale, tutti i quarti, le semifinali e la finale), trasmesse dalla RAI. Gli impianti che ospiteranno le partite del torneo sono dieci, distribuiti in altrettante città francesi. Il più prestigioso è senza dubbio lo Stade de France situato a Saint-Denis, nei pressi di Parigi, balzato agli onori delle cronache qualche mese fa per esser stato scelto come bersaglio da attacchi terroristici nella tragica notte del 13 novembre. Conta più di ottanta mila posti a sedere ed è una sorta di “Wembley francese”, essendo utilizzato solamente dalla nazionale transalpina. Vi si disputò il Mondiale del 1998 vinto proprio dalla Francia che si impose per 3-0 in finale contro il Brasile. Lo slogan del torneo è «Le Rendez-Vous», ovvero “incontro, appuntamento” in lingua locale. La realizzazione della canzone ufficiale è stata affidata dal disc jockey francese David Guetta che la presenterà il 9 giugno al Campo di Marte di Parigi. «Super Victor», un supereroe bambino, è la mascotte del torneo e il «Beau Jeu» è il pallone della competizione. Paneecalcio seguirà la rassegna dalla prima all’ultima partita, ma non solo. Da pochi giorni a questa parte inizierà la presentazione di ogni squadra partecipante al torneo, per scoprire aneddoti e conoscere le probabili rose. Il biglietto per Parigi è già prenotato, l’obiettivo è non farci trovare impreparati all’appuntamento.

Be the first to comment

Leave a Reply