Il colpo del giorno: Juanmi, dal Malaga al Southampton

Giornata ricca di trasferimenti in Europa. Tra i più importanti acquisti ci sono quelli di Sven Ulreich, portiere passato al Bayern monaco, di Joselu, colpo dello Stoke City, e di Juanmi, nuovo attaccante del Malaga. La talentuosa seconda punta spagnola ha lasciato i colori con cui è cresciuto ed è stato prelevato dai Saints che hanno realizzato un investimento molto importante sul ventiduenne nativo di Coín.

L’OPERAZIONE

Juanmi è passato dagli iberici agli inglesi per 7 milioni di euro. Un colpo abbastanza importante per la squadra allenata da Koeman, settima nella scorsa edizione della Premier League. Lo spagnolo ha firmato un contratto di quattro anni, valido fino a giugno 2019.

LA CARRIERA

Juanmi

Juanmi, al secolo Juan Miguel Jiménez López, è uno dei prospetti più interessanti di tutta la Spagna. Nato il 20 maggio del 1993, è alto 170 cm e può ricoprire tutti i ruoli sulla trequarti. Nasce centrale ma è stato spesso impiegato come ala sinistra per accentrarsi e calciare in porta con il piede destro. Giocatore completo, è abbastanza tecnico, veloce e letale sotto porta. È un predestinato, ha esordito con il Malaga nella massima serie spagnola a soli 17 anni e proprio a quell’età ha siglato una doppietta nella Liga, conquistando il primato di giocatore più giovane a segnare due reti in una sola partita nella Liga. Timbra per la prima volta il cartellino tra i professionisti nel gennaio del 2010, in una gara di Copa del Rey persa contro il Getafe. Nell’annata 2010/2011 scende in campo in 17 occasioni andando a segno quattro volte, la stagione seguente è più opaca, così come l’avvio di quella 2012/2013, così il Malaga decide di cederlo in prestito al Racing per fargli fare le ossa. Torna alla base dopo la retrocessione in terza serie della compagine di Santander, nell’anno 2013/2014 va a segno cinque volte. Il campionato appena concluso è stato il migliore della sua carriera e lo ha portato a vestire la maglia della nazionale maggiore spagnola, in un’amichevole persa contro l’Olanda a marzo. Nel 2011 si era laureato campione d’Europa con la Spagna U19. Otto reti e due assist in 34 incontri di campionato con le “acciughe”, questo il bottino che gli ha fatto guadagnare una chiamata dalla Premier League, il campionato più ambito del mondo. Vedremo se riuscirà a confermare il suo talento con la maglia del Southampton.

Be the first to comment

Leave a Reply