Il Club America vince la CONCACAF Champions League contro il Montreal Impact

Sesto trionfo della storia del Club America nella CONCACAF Champions League. È la decima vittoria consecutiva di una squadra messicana nell’equivalente Nord-Centro americana  dell’omonima competizione europea. All’andata allo Stadio Azteca era finita 1-1 tra las Águilas e i canadesi del Montreal Impact, ex squadra di Nesta e Di Vaio. Stanotte invece gli uomini di Gustavo Matosas si sono imposti per 4-2 allo Stade Saputo. Il vantaggio dei padroni di casa arriva dopo otto minuti di gioco con la rete di Andrés Romero che, servito da Ignacio Piatti, salta due difensori avversari prima di concludere a rete. Il primo tempo termina con il parziale di 1-0 con grandi occasioni per entrambe le squadre. Al 50′ minuto però una semi-rovesciata di Darío Benedetto pareggia i conti. Seguono altri tre gol degli ospiti, uno firmato Peralta (di testa su assist di Carlos Darwin Quintero) e gli altri due sempre Benedetto. Il quarto gol dell’America è un capolavoro del ventiquattrenne bomber italo-argentino Benedetto che manda a vuoto un difensore del Montreal e buca la rete con un sinistro violentissimo all’incrocio dei pali. A nulla serve la marcatura di Jack McInerney a un minuto dalla fine che porta il risultato sul 2-4. A fine partita Rubens Sambueza insieme al resto della squadra alza al cielo il trofeo. Applausi anche al Montreal Impact, sorpresa del torneo.

Club America