Idoli delle nazionali: Shane Smeltz

Shane Smeltz non è il capitano della nazionale neozelandese (il quale è Thomas Smith) ma è comunque uno dei giocatori più rappresentativi del suo paese. Guida l’attacco della nazionale neozelandese da dieci anni venendo nominato anche per due volte calciatore oceaniano dell’anno. Smeltz è nato nel 1981 a Göppingen, in Germania, da una famiglia neozelandese, a sei mesi tornò con la sua famiglia a vivere in Oceania. Attaccante di razza, Smeltz è una vera e propria macchina da gol. Cresciuto nel vivaio dei Gold Coast Knights, squadra dilettantistica australiana, nel ’99 passò ai Brisbane Strikers dove giocò in due anni 25 partite. Per quattro anni militò nelle serie inferiori australiane, vestendo le maglie anche di squadre prestigiose come l’Adelaide City, fino a quando nel 2003 venne acquistato dall’Adelaide United. Ed è proprio ad Adelaide che esplose, segnando 15 gol in campionato e passando all’altra sponda della città, in prima divisione. Smeltz ha giocato in tutta l’Australia, attualmente è in forza al Perth Glory, dove si trasferì nel 2011. Smeltz ebbe anche una parentesi in Inghilterra durata circa due anni, con il Mansfield Town, l’AFC Wimbledon e l’Halifax Town. In Europa segnò 21 gol, dopodiché tornò in Nuova Zelanda al Wellington Phoenix. Smeltz inoltre nel 2010 giocò in Cina con lo Shandong Luneng, non esordendo mai in campionato, ma in compenso dopo venne acquistato dal Gençerbirligi, in Turchia, dove segnò un gol. Ora parliamo della sua carriera con la nazionale, è questa che l’ha reso un idolo. Iniziò la sua esperienza con la Nuova Zelanda, nel 2003, quando venne convocato per la Confederations Cup 2003. Nel 2008 vince la Coppa d’Oceania, laureandosi anche capocannoniere e andando a segno ogni partita tranne la partita finale persa 2-0 con le Figi, per un bottino di 8 gol. Un anno più tardi disputò la Confederations Cup dove indossò la maglia n°9, numero che da quell’anno non ha mai più lasciato. Smeltz ha guidato l’attacco neozelandese ai Mondiali 2010 e all’Olimpiade 2012. In totale Shane ha realizzato 23 gol in 48 presenze con la sua nazionale e aspira al record di gol, attualmente appartenente a Coveny Vaughan, che in 15 anni segnò 28 gol.

Shane Smeltz esulta dopo aver segnato il gol-vittoria in un'amichevole contro l'Honduras
Shane Smeltz esulta dopo aver segnato il gol-vittoria in un’amichevole contro l’Honduras

Be the first to comment

Leave a Reply