I soprannomi dei calciatori venezuelani

Come per I soprannomi dei calciatori colombiani, anche per i giocatori venezuelani el apodo (il soprannome in spagnolo) verrà accompagnato da una breve descrizione sul descrizione.

Fernando Amorebieta: detto La Grulla, in italiano La Gru, per via dei suoi 1,92 metri. Spesso è anche chiamato Amore, abbreviazione di Amorebieta. Oltre che ha giocare per la Nazionale Venezuelana, La Grulla ha giocato per il Baskonia e ora gioca per l’Athletic Bilbao.

Juan Arango: molti lo considerano il giocatore venezuelano più forte di tutti i tempi, Arango in forza al Borussia Monchengladbach è soprannominato El Huracan (uragano) del Caribe. Conta più di 100 partite con la Nazionale Venezuelana. In precedenza aveva vestito le maglie di Maiorca, Puebla, Pachuca, Menterrey e Caracas.

Daniel Arismendi: anche se è un attaccante, è soprannominato Cafu per via della somiglianza con l’ex difensore della nazinoale brasiliana. Ha giocato più di 30 presenze con la Nazionale Venezuelana.

Fernando de Ornelas: detto El Trotamundos, in italiano Il Globetrotter per via dei suoi numerosissimi trasferimenti in tutte le parti del mondo. Inghilterra, Venezuela, Scozia, Slovacchia, Hong Kong, Portogallo, Cina, Germania, Cipro e Norvegia, questi sono i paesi dove de Ornelas ha giocato. Oggi de Ornelas è un allenatore e ha giocato più di 20 partite con la nazionale venezuelana.

Rafael Dudamel: ex portiere della Nazionale Venezuelana, aveva due soprannomi: El Libertador (il liberatore) ed El Chamo, in italiano il bellimbusto. Ha giocato tutta la sua carriera in Sud America. Oltre che portiere Dudamel era anche un goleador. Ha segnato 22 gol in carriera di cui uno in nazionale.

Frank Feltscher: centrocampista esterno svizzero naturalizzato venezuelano è detto La Flecha (la freccia) per via della sua velocità. Ora gioca con il Grasshophers, in Svizzera, in passato aveva vestito le maglie di Bellinzona e Lecce. Conta anche 12 partite con la Nazionale Venezuelana.

Juan Garcia: decimo miglior marcatore del mondo in attività con più di 240 gol segnati è una bandiera del calcio venezuelano. È soprannominato El Lagarto, in italiano La Lucertola. Molte volte ha superato la media di un gol a partita in un campionato, come nella stagione 2001-02 con il Nacional Tachira e nel 2005-06 con il Deportivo Tachira. Ha giocato 47 partite con la nazinoale venezuelana. Ora gioca al Zamora.

Héctor Augusto Gonzalez: detto El Turbo, anche lui è una bandiera della Nazionale Venezuelana. Classe ’77  gioca attualmente in Cipro, all’Ermis Aradippou. IN passato aveva vestito le maglie di LDU Quito, AEK Larnaca, Cernomorec Burgas, Alki Laranca, UA Maracaibo, Deportivo Cuenca, Quilmes, Colon, Olimpo, Caracas, Carabobo e Mineros.

César Eduardo Gonzalez: centrocampista in forza al Deportivo Tachira, è soprannominato El Maestrito per la sua capacità di dirigere il gioco. Ha giocato più di 40 partite con la Nazionale Venezuelana disputando anche due Coppe America.

Jonay Hernandez: difensore detto Chicho. Ha giocato tutta la sua carriera in Spagna, tuttora gioca al Tenerife, ad eccezione di una parentesi in Scozia, al Dundee United. Ha giocato una Copa America con il Venezuela.

Giancarlo Maldonado: uno degli attaccanti venezuelani più forti di sempre, è soprannominato El Capo. Ha giocato tutta la sua carriera nella Americhe, oggi gioca in patria, al Deportivo Tachira. Classe ’82 ha segnato 22 gol in 65 partite con la Nazionale Venezuelana.

Darwin Machis: attaccante del Vitoria Guimaraes in prestito dal Granada, è soprannominato El Niño Maravilla perché come giocatore ricorda molto Alexis Sanchéz. Classe ’93 conta 2 presenze con la Nazionale Venezuelana.

Jesus Meza: più noto come Chiki Meza, è un centrocampista centrale offensivo ma anche esterno. Gioca al Caracas, in passato aveva vestito le maglie di Atlas, Zamora FC, Al-Ittihad, Estudiantes de Merida e Monagas. Ha vestito per sette volte la maglia della Vinotinto.

Massimo Margiotta: italiano naturalizzato venezuelano, soprannominato Il Gladiatore anche per via della sua stazza: 90 kg per 187 cm. Nel 2011 si è ritirato dopo aver vestito la maglia di molte squadre italiane tra cui l’Udinese. Ha giocato anche per la Nazionale Venezuelana. Era un centravanti-boa.

Yohandry Orozco: centrocampista “fragile” come una perla, dato il suo peso: 55 kg. Orozco, giovane talento venezuelano, è soprannominato appunto La Perla e ha già giocato 18 partite con la Nazionale Venzuelana. Oggi gioca al Wolfsburg, in passato aveva vestito le maglie di Zulia e UA Maracaibo.

Emilio Renteria: attaccante detto El Venado, in italiano: il cervo. Ha iniziato la sua carriera col Levante, in Spagna, poi è tornato in patria. Ora gioca per il Defensor Sporting, in Uruguay. Ha giocato 7 partite con il Venezuela.

José Manuel Rey: record di presenze con la Nazionale Venezuelana ha vari soprannomi: El 3, il numero con cui gioca, El Pokémon, Tetero ed El Rey de Copas. Ha trentotto anni e ha giocato 115 partite con la Vinotinto. Oggi gioca per il Deportivo Lara, in passato aveva giocato anche in Europa, al Dundee, al Deportivo B, al Pontevedra e all’AEK Larnaca, in Cipro.

Jorge Rojas: bandiera della Nazionale Venezuelana con cui ha giocato più di 90 partite. È soprannominato El Zurdo (il mancino). In tutta la sua carriera ha vestito le maglie di 13 squadre diverse (contando anche le giovanili). È un difensore.

José Salomon Rondon: re dei soprannomi. Nella sua breve carriera (è classe ’89) gli sono stati dati 5 soprannomi. Il primo è Salo, abbreviazione di Salomon, poi El Rey Salomon (il re Salomon), Salogol (fusione di Salomon con gol), La Bestia e infine El Gladiador (il gladiatore). Conta 29 presenze e 11 gol con la Vinotinto. Oggi gioca al Rubin Kazan’.

Javier Toyo: portiere detto La Muralla (la muraglia).  Ex bandiera del Caracas con cui ha militato per dieci anni. Ha partecipato alla Copa America 2007 come secondo portiere. Ha giocato in tutto dieci partite con il Venezuela.

Yohandry Orozco La Perla Yohandry Orozco con la maglia della Vinotinto

Be the first to comment

Leave a Reply