Frode in Inghilterra, si spaccia per Gael Kakuta per non pagare migliaia di sterline

Medi Abalimba con il Southend Utd.
Medi Abalimba con il Southend Utd.

Curioso caso in Inghilterra dove un ex calciatore professionista, Medi Abalimba, attualmente tra le file del Perpignan in Francia., è finito sotto le luci dei giornali inglesi per essersi finto l’ex giocatore del Chelsea Gael Kakuta. Classe ’92 nato nella Repubblica del Congo, cresciuto nei settori giovanili di Crystal Palace e Fulham (ha sostenuto provini con i due club di Manchester) ed entrato nel mondo del professionismo con il Derby County ha ammesso stamane davanti alla  Corte di Manchester Crown tre tentativi di frode. Qualche anno fa a Milano si era verificato un caso simile ma molto meno grave, l’allora diciassettenne giocatore del Milan M’Baye Niang si spacciò per il suo ex compagno Bakaye Traoré mentre era senza patente alla guida di un automobile nel centro della città. Il giudice Robert Atherton ha stabilito il rinvio a giudizio, ci sono altri 19 casi che verranno analizzati, relativi agli ultimi 2 anni. Nella maggior parte delle situazioni Abalimba si fingeva l’ex calciatore del Chelsea, nella scorsa stagione alla Lazio e oggi al Rayo Vallecano, Gael Kakuta, per ottenere drink e abiti “a credito”. Un breve elenco delle frodi da lui commesse: quantità smisurata di champagne Cristal consumato in un locale del West End (£25000), conti non pagati in tre alberghi di lusso a Londra (£9600), Limousine (£11000) e capi di abbigliamento (£20000). Nel febbraio del 2013 era già stato condannato a 150 ore di servizi sociali, poi a luglio era rifinito sotto i riflettori dei media per aver affermato in un negozio di vestiario di Manchester: “Io sono Kakuta, l’ex stella del Chelsea”. Un’altra volta prenotò una stanza in un hotel a cinque stelle ad Hyde Park, spacciandosi per il procuratore dell’ala transalpina del Rayo. L’avvocato ha giustificato il suo assistito spiegando la storia di una carriera finita in disgrazia. A sedici anni guadagnava £ 1000 al mese, poi nell’agosto del 2012 firmò con il Famborough Town dove guadagnava soltanto 300 sterline al mese e fu costretto a trovarsi un lavoro part-time in una società di taxi.

Be the first to comment

Leave a Reply