EURO 2016 – La Russia si sveglia troppo tardi, Hamsik regala 3 punti alla Slovacchia

L'esultanza di Hamsik per il gol
L’esultanza di Hamsik per il gol

È arrivata quest’oggi in quel di Lilla la prima storica vittoria della Slovacchia agli Europei. La formazione di Kozak si porta momentaneamente in testa al girone B a pari merito con il Galles, in attesa di conoscere l’esito dell’incontro tra i Dragoni e l’Inghilterra. La gara che ha aperto la giornata di oggi è stata molto vivace e ricca di emozioni: la Slovacchia si è portata doppiamente in vantaggio nel primo tempo esprimendo un bel gioco e la Russia si è svegliata nella ripresa sfiorando il pareggio. Protagonista indiscusso del match è stato Marek Hamsik, il capitano del Napoli. Dopo dieci minuti è suo il primo squillo della partita: controlla il pallone in corsa con il tacco e calcia da posizione defilata non centrando però lo specchio della porta. Verso il ventesimo sale in cattedra la Russia che prima vede negarsi un calcio di rigore per un fallo non sanzionato di Durica e poi lambisce il vantaggio con una conclusione dalla distanza di Smolov che esce di pochi millimetri a lato del palo. Al 32′ un’invenzione di Hamsik porta al vantaggio la Slovacchia. Servito da Skrtel, il numero 17 slovacco lancia il proprio compagno Weiss in profondità con una parabola che sorvola il campo per 30 metri. Il controllo dell’ex Pescara è perfetto, finta il tiro con il sinistro e si accentra, calciando con il destro sul secondo palo. Verso lo scadere della prima frazione di gioco la Slovacchia raddoppia sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Hamsik riceve il pallone sulla corsia sinistra, converge verso il centro e scarica un siluro violentissimo sul secondo palo che prima si abbatte contro il legno e poi termina in rete. La Russia non ha giocato un primo tempo eccezionale, tuttavia lo svantaggio di due reti appare eccessivo. Durante l’intervallo il ct Sluckij inserisce Mamaev e Glushakov in mezzo al campo, scelta che nel corso della gara si sarebbe rivelata giusta. Con due centrocampisti di professione la manovra russa è più pericolosa. Tuttavia Skrtel e compagni si chiudono bene in difesa lasciando pochi spazi. Il gioco si sviluppa prevalentemente sulle fasce, i due terzini sono infatti lasciati quasi in posizione da ali e a far ripartire l’azione ci pensano quasi sempre i due centrali difensivi. Il pareggio arriva all’80′ minuto al termine di una bella azione corale russa. Shatov e Dzyuba triangolano sulla fascia, il centrocampista dello Zenit pennella un bel cross al centro su cui si fionda Glushakov che piazza bene di testa in rete. Lo stesso Glushakov ha l’opportunità di realizzare una doppietta sei minuti dopo con un tiro dal limite dell’area che esce di poco. La Russia è chiamata a vincere contro il Galles e deve sperare in una sconfitta di quest’ultimo con l’Inghilterra, in modo che la situazione rimanga ancora equilibrata nel girone. Al momento infatti i russi sono a un punto insieme alla formazione di Hodgson.

IL MIGLIORE DELLA RUSSIA – Denis Glushakov. Il suo ingresso in campo nella ripresa dà brio al centrocampo russo. Mette la sua firma su molte azioni, smista bene palloni e realizza il gol della speranza per la Russia, sfiorando il pareggio poco dopo.

IL MIGLIORE DELLA SLOVACCHIA – Marek Hamsik. La Slovacchia per i suoi primi storici tre punti ad Euro 2016 deve ringraziare prevalentemente lui. Serve un assist al bacio a Weiss e segna un gol da copertina, il più bello finora della rassegna.

IL PROFILO DA SEGUIRE – Oleg Shatov. Il fantasista della Russia dimostra di essere un giocatore molto versatile e dotato di grande tecnica. Svaria su tutto il fronte offensivo durante i 90 minuti, crossa bene per la testa di Glushakov in occasione del gol russo.

IL TABELLINO
RUSSIA-SLOVACCHIA 1-2
MARCATORI Weiss al 32′, Hamsik al 45′ p.t.; Glushakov al 35′ s.t.
RUSSIA (4-2-3-1) Akinfeev; Smolnikov, V.Berezutski, Ignashevich, Schennikov; Golovin (dal 1′ s.t. Glushakov), Neustader (dal 1′ s.t. Mamaev); Shatov, Smolov, Kokorin (dal 30′ st Shirokov); Dzyuba. (Lodygin, Guilherme, Shishkin, A. Berezutski, Kombarov, Yusupov, Ivanov, Samedov, Torbinski). All.: Slutsky.
SLOVACCHIA (4-3-3) Kozacik; Pekarik, Skrtel, Durica, Hubocan; Kucka, Pecovsky, Hamsik; Mak (dal 35′ s.t. Duris), Duda (dal 22′ s.t. Nemec), Weiss (dal 27′ Svento). (Mucha, Novota, Salata, Gyomber, Skriniar, Gregus, Hrosovsky, Stoch, Sestak). All.: Kozak.
ARBITRO Skomina (Slovenia).
NOTE Spettatori 42.000. Tiri in porta 2-3. Tiri fuori 7-4. In fuorigioco 0-5. Angoli 6-5. Recuperi: primo tempo 1”; secondo tempo 3′. Ammoniti: Durica per gioco scorretto.

Be the first to comment

Leave a Reply