EURO 2016 – La Germania passeggia sull’Irlanda del Nord, primo posto conquistato

L'esultanza di Gomez per il gol
L'esultanza di Gomez per il gol
L’esultanza di Gomez per il gol

Mancava nel cammino della Germania a Euro 2016 una vittoria ampiamente meritata sul campo, è arrivata quest’oggi contro l’Irlanda del Nord. I britannici tuttavia possono ritenersi soddisfatti della sconfitta di misura, hanno infatti mantenuto il terzo posto nel girone ottenendo una differenza reti nulla, un’arma in più nel confronto con le altre terze classificate (ad esempio i nord-irlandesi sono già certi di arrivare sopra l’Albania, avente una differenza reti di -2). La Germania poteva avere la meglio con un risultato più netto, a salvare la compagine di O’Neill sono stati un paio di legni e provvidenziali parate del portiere McGovern. La nazionale teutonica se la vedrà agli ottavi di finale con una tra Albania, Slovacchia e la terza del gruppo F, composto da Portogallo, Austria, Islanda e Ungheria. Per l’Irlanda del Nord si prospetta invece, nel caso di qualificazione, uno scontro con la Francia o con il Galles. La gara inizia e termina in quel di Parigi al Parco dei Principi con la Germania in attacco. Dopo sette minuti il portiere nord-irlandese McGovern compie una grande parata su Müller che si divora una chance d’oro a tu per tu con l’estremo difensore avversario per sbloccare la partita. Al 12′ il numero uno dell’Hamilton Academical salva nuovamente i propri compagni respingendo una conclusione di Götze. Passa circa un quarto d’ora e Müller sfiora di nuovo il vantaggio con un colpo di testa su cross di Kimmich che si abbatte contro il palo. Tuttavia l’attesa dei teutonici non porta certo a un nulla di fatto perché al 29′ Mario Gomez sigla il suo primo gol del torneo e porta avanti i propri compagni. L’azione parte dai piedi di Özil a centrocampo, il fantasista dell’Arsenal serve l’ex Fiorentina che dapprima cede il pallone a Müller e poi lo riceve nuovamente calciando a rete con la porta sguarnita. Al 34′ Müller centra un altro legno, che stavolta è la traversa, con una conclusione di prima in area su cross basso di Götze. Proprio l’ex Borussia Dortmund ha un’altra duplice occasione per raddoppiare allo scoccare della ripresa. È il 52′ quando McGovern para un suo tentativo da distanza ravvicinata, passa appena qualche secondo e non riesce a centrare la porta da due passi su cross basso dalla fascia. La gara si avvia alla conclusione con la corazzata di Löw che tenta di bucare la porta nord-irlandese ma non riesce a portare a termine il suo obiettivo. Una grande chance capita sulla testa di Gomez a una decina di minuti dal termine, anche in questo caso è McGovern a deviare in angolo il suo tiro.

IL MIGLIORE DELL’IRLANDA DEL NORD – Michael McGovern. Nettamente il migliore in campo. Para l’imparabile, non può nulla solamente sul gol di Gomez. I suoi interventi salvano l’Irlanda del Nord che se riuscirà a passare il turno per la differenza reti dovrà regalargli quanto meno una statua.

IL MIGLIORE DELLA GERMANIA – Mario Gomez. Chissà se la Germania abbia veramente trovato il suo centravanti ideale. Il bomber del Besiktas fa al meglio quello che gli compete, ovvero segnare. Nel corso della partita prova anche a realizzare una doppietta ma è il già menzionato McGovern a negargli più volte la gioia del gol.

IL PROFILO DA SEGUIRE – Joshua Kimmich. Il giovane del Bayern Monaco è schierato sulla corsia destra in qualità di terzino e mette in scena una grande prestazione. Si propone con continuità e arriva spesso al cross da fondo campo, è l’assoluto dominatore della propria fascia.

IL TABELLINO
IRLANDA DEL NORD-GERMANIA 0-1
MARCATORE al 29′ p.t. Mario Gomez.
IRLANDA DEL NORD (4-5-1) McGovern; Hughes, McAuley, Cathcart, J. Evans; Ward (dal 25′ s.t. Magennis), C. Evans (dal 39′ s.t. McGinn), Norwood, Davis, Dallas; Washington (dal 14′ s.t. Lafferty). (Carroll, Mannus, McLaughlin, Ferguson, Baird, Grigg, McCullough, McNair, Hodson). All.: O’Neill.
GERMANIA (4-2-3-1) Neuer; Kimmich, Boateng (dal 31′ s.t. Howedes), Hummels, Hector; Khedira (dal 24′ s.t. Schweinsteiger), Kroos; Ozil, Muller, Goetze (dal 10′ s.t. Schurrle); Gomez. (Leno, Ter Stegen, Mustafi, Podolski, Draxler, Emre Can, Weigl, Tah, Sané). All.: Loew.
ARBITRO Turpin (Francia).
NOTE Angoli: 6-3 per la Germania. Recupero: 1′ p.t.; 3′ s.t.

Be the first to comment

Leave a Reply