EURO 2016 – La Francia vince nel finale ma l’Albania gioca una grande partita

Antoine Griezmann
Antoine Griezmann

È vero, la Francia ha vinto, ma bisogna fare i complimenti all’Albania per la prestazione messa in campo questa sera in quel di Marsiglia. Una nazionale rappresentate neanche tre milioni di persone che resiste contro una di 65 e passa per novanta minuti, perlopiù giocando in trasferta, merita quanto meno un applauso. La Francia ha vinto, ancora una volta negli ultimi minuti di gioco, ma non convinto del tutto. Le partite contro Romania e Albania dovevano essere relativamente facili e invece sono state caratterizzate da grande sofferenza. Considerando che i transalpini ai ranghi di partenza erano considerati i favoriti per la vittoria del titolo, Deschamps non può essere soddisfatto delle due prestazioni della sua squadra. Quest’oggi l’Albania si è difesa bene, si può dire che abbia fatto una prova “all’italiana”. Nel primo tempo le azioni scarseggiano, la principale capita sui piedi di Lenjani al 39′: cross basso su calcio d’angolo del pescarese Memushaj e tiro del terzino albanese murato da Evra. I Galletti sviluppano il loro gioco prevalentemente sulle fasce per cercare le incornate di Giroud, uno dei più pericolosi durante tutto il match, soprattutto nella ripresa. Il secondo tempo inizia con una grandissima occasione per la compagine di De Biasi che centra il palo al 52′: su un cross dalla fascia destra si fionda Memushaj, anticipato da Sagna. La palla rimbalza però contro il terzino francese e impatta il palo. Tra il 67′ e il 69′ Giroud ha due grandi opportunità per sbloccare la partita. Prima il suo tentativo di testa esce di poco sul fondo, poi centra, sempre per via aerea, il palo. Nel finale è un vero e proprio assedio della Francia che però sbatte contro il muro eretto dalla difesa albanese. Si contraddistinguono per una buona prova tutti e quattro i membri del quartetto delle Aquile Nere e proprio quando uno di loro viene a mancare (Ajeti, per infortunio) arriva il gol dell’1-0, siglato da Griezmann. Su cross di Rami dalla fascia destra, l’attaccante transalpino piazza bene il pallone di testa sul secondo palo, dove Berisha non può arrivare. Nei minuti di recupero Payet trova il suo secondo gol della rassegna in occasione di un contropiede, ben lanciato da Pogba.

IL MIGLIORE DELLA FRANCIA – Kingsley Coman. Il folletto del Bayern Monaco esce nel secondo tempo per far spazio a Griezmann, nonostante avesse giocato una grande partita. Salta l’avversario con estrema facilità e mette al centro dell’area tanti palloni. Ha sicuramente un roseo avvenire.

IL MIGLIORE DELL’ALBANIA – Elseid Hysaj. È il primo giocatore a ricevere per due volte il premio di migliore in campo della propria squadra durante Euro 2016. Solita prestazione di sostanza e qualità sulla fascia, i suoi traversoni dalla destra sono opere d’arte.

IL PROFILO DA SEGUIRE – Arlind Ajeti. Il difensore del Frosinone disputa una grande partita contenendo per tutto il tempo della sua permanenza in campo sia Giroud che Griezmann. Nonostante la statura non particolarmente elevata, di testa è quasi insuperabile.

IL TABELLINO
FRANCIA-ALBANIA 2-0
MARCATORI Griezmann al 45′ s.t, Payet al 50′ s.t.
FRANCIA (4-2-3-1) Lloris; Sagna, Rami, Koscielny, Evra; Kanté, Matuidi; Coman (dal 22′ s.t. Griezmann), Payet, Martial (dal 1′ s.t. Pogba); Giroud (dal 32′ s.t. Gignac). (Mandanda, Costil, Jallet, Cabaye, Schneiderlin, Mangala, Digne, M. Sissoko, Umtiti). All. Deschamps.
ALBANIA (4-5-1) Berisha; Hysaj, Ajeti (dal 41′ s.t. Veseli), Mavraj, Agolli; Lila (dal 26′ s.t. Roshi), Abrashi, Kukeli (dal 29′ s.t. T. Xhaka), Memushaj, Lenjani; Sadiku. (Shehi, Hoxha, Basha, Gashi, Cikalleshi, Aliji, Balaj, Kaçe).All. De Biasi.
ARBITRO Collum (Sco).
NOTE Ammoniti Kanté (F), Kukeli (A), Abrashi (A).

Lascia un commento