EURO 2016 – Impresa memorabile dell’Islanda! Austria sconfitta 2-1

La splendida festa dei giocatori islandesi con i loro tifosi
La splendida festa dei giocatori islandesi con i loro tifosi

C’era una volta una squadra rappresentate trecento mila abitanti che si era guadagnata una storica qualificazione alla più importante competizione del suo continente. Il risultato era già di per sé storico, ma quel gruppo di 23 ragazzi, guidati da due commissari tecnici allo stesso tempo (uno locale e uno svedese) e sostenuti da un intero, seppur piccolo, popolo, riuscì a rimanere imbattuta nelle tre gare del proprio girone uscendone da seconda della classe. Non è una fiaba da raccontare ai bambini per la buonanotte, è la storia vera dell’Islanda, qualificatasi alla fase a eliminazione diretta di Euro 2016 in virtù della vittoria odierna contro l’Austria. Bastava un pareggio, sono arrivati tre punti all’ultimo istante dopo il tutto per tutto della nazionale austriaca. L’Islanda non ha certo dominato il match quest’oggi allo Stade de France, tuttavia ha meritato la qualificazione per quello messo in mostra in questo Campionato Europeo. Il match parte subito con una grande occasione per la nazionale nordica che centra l’incrocio dei pali dopo due minuti di gioco con un tiro dalla distanza di Gudmundsson. All’undicesimo invece l’Austria sfiora il vantaggio con Arnautovic che per poco non ruba il pallone al portiere avversario Halldorsson. Tra il quarto d’ora e il 18′ minuto il difensore Arnason è un gran protagonista della gara. Prima calcia in porta dal limite dell’area sfiorando l’impatto con la traversa, poi tocca di testa il pallone che termina sui piedi di Bödvarsson, il quale da distanza ravvicinata in area controlla il pallone e lo sbatte in rete sbloccando l’incontro. Al 36′ viene assegnato un calcio di rigore all’Austria per un fallo di Skulason, il quale trattiene Alaba per un braccio commettendo un’irregolarità. Dagli undici metri si presenta il difensore Dragovic che angola troppo il tiro, centrando in pieno il palo alla destra di Halldorsson con una botta rasoterra. Il Das Team dimostra col passare dei minuti di meritare l’1-1, sia nella parte finale del primo tempo che nella ripresa. Quest’ultima inizia con una grande occasione che capita sui piedi di Alaba, il cui tiro da ottima posizione in area viene murato da un provvidenziale intervento di Arnason. Al 60′ arriva finalmente il pari, che porta il marchio di fabbrica di Alessandro Schopf. Subentrato nella ripresa, il trequartista dello Schalke 04 salta una manciata di avversari sulla trequarti e calcia a rete con un tiro mancino angolato sul secondo palo. Lo stesso Schopf una dozzina di minuti dopo sfiora il pareggio, il suo tiro da dentro l’area di rigore è infatti respinto da Halldorsson. Per l’Austria tenta spesso di trovare la via della rete anche Marc Janko, l’esperto centravanti entrato nell’intervallo al posto di Ilsanker. Tuttavia le offensive della squadra di Koller portano a un nulla di fatto e l’Islanda ne approfitta nel minuto finale del recupero per realizzare il gol della vittoria in ripartenza. Elmar Bjarnason vola sulla fascia in una situazione di tre contro uno per l’Islanda, opta poi per il cambio di gioco per Traustason che in scivolata insacca il pallone da distanza ravvicinata. È festa totale per l’Islanda che affronterà l’Inghilterra, l’Austria invece si è rivelata una delle delusioni della rassegna francese.

IL MIGLIORE DELL’ISLANDA – Johann Berg Gudmundsson. L’ala dell’Islanda è tra i più positivi nella gara di oggi. Garantisce corsa e qualità sulla fascia e sfiora anche il gol dopo una manciata di minuti con uno splendido tiro dalla distanza.

IL MIGLIORE DELL’AUSTRIA – Alessandro Schopf. Il suo ingresso in campo dà linfa nuova alla manovra offensiva austriaca. Il gol del pareggio è da fuoriclasse: serpentina in verticale e conclusione piazzata all’angolino. Poco dopo sfiora nuovamente il gol, da tenere d’occhio soprattutto data la giovane età (classe ’94).

IL PROFILO DA SEGUIRE – Kári Árnason. Bella prova del difensore islandese che argina bene le offensive dell’Austria e serve a Bödvarsson il pallone dell’1-0. Insieme a Ragnar Sigurdsson forma una buona coppia difensiva.

IL TABELLINO
ISLANDA-AUSTRIA 2-1
ISLANDA (4-4-2): Halldorsson, Saevarsson, R. Sigurdsson, Arnason, Skulason; Gudmundsson (41′ st Ingason), Gunnarsson, G. Sigurdsson, B. Bjarnason; Sigthorsson (35′ st Traustason), Bodvarsson (26′ st E. Bjarnason). A disp.: Kristinsson, Jonsson, Hermannsson, Magnusson, Gudjohnsen, Finnbogason, Hauksson, Hallfredsson, Sigurjonsson. All.: Lagerback
AUSTRIA (3-4-2-1): Almer; Prodl (1′ st Schopf), Dragovic, Hinteregger; Klein Baumgartlinger, Ilsanker (1′ st Janko), Fuchs; Alaba, Arnautovic; Sabitzer (33′ st Jantscher). A disp.: Lindner, Ozcan, Garics, Harnik, Wimmer, Hinterseer, Suttner, Okotie. All.: Koller
ARBITRO: Marciniak (Polonia)
MARCATORI: 18′ Bodvarsson (I), 15′ st Schopf (A), 49′ st Traustason (I)
AMMONITI: Skulason, Sigthorsson, Halldorsson (I), Janko (A)

Lascia un commento