EURO 2016 – Grande festa per il Galles! Tre gol alla Russia e primo posto nel girone

L'esultanza di Bale per il terzo gol
L'esultanza di Bale per il terzo gol
L’esultanza di Bale per il terzo gol

Prima di iniziare a parlare della partita conclusa pochi minuti fa in quel di Tolosa voglio fare un salto nel passato per tornare a un avvenimento accaduto qualche mese fa a Parigi. Il 12 dicembre, nel Palazzo dei Congressi, si tiene il sorteggio dei gironi di Euro 2016. Il Galles è inserito nella quarta urna, quella delle nazionali meno quotate e destinate a un’uscita di scena nella fase a gironi. Per i Dragoni si tratta della prima storica qualificazione a un Campionato Europeo e pochi addetti ai lavori prima dell’inizio di esso li considerano una possibile sorpresa. “Il Galles è solo Bale, una singola individualità non può trascinare una squadra”, questo era il tipo di frase più diffusa prima dell’esordio gallese in Francia. E invece i britannici hanno dimostrato di avere un assoluto fuoriclasse in rosa ma anche ottimi giocatori che possono far la differenza: Ramsey e Allen in primis, due centrocampisti di altissimo livello. L’inedito 3-5-2 ha portato ottimi risultati, il Galles si è addirittura piazzato primo nel proprio girone davanti ai rivali dell’Inghilterra. Stasera la Russia è stata decisamente abbattuta con un 3-0 che non lascia spazio a molti commenti. Il risultato è sì pesante ma anche ampiamente meritato, sono stati ben 11 i tiri verso lo specchio della porta da parte del Galles. Dopo neanche un minuto di gioco bisogna registrare subito la prima azione degna di nota del match: Bale si accentra e calcia in porta dal limite dell’area, Akinfeev respinge sia il suo tiro che il tap-in di Vokes, anche se per quest’ultimo è segnalato il fuorigioco. Passano appena dieci minuti e all’11′ Ramsey sblocca la partita. Kokorin sbaglia un lancio a centrocampo, la mediana gallese riconquista il pallone e Allen lancia in porta il centrocampista dell’Arsenal che scavalca con uno scavetto Akinfeev in uscita. Al 20′ al tabellino si aggiunge un’altra rete, messa a segno stavolta da Neil Taylor. L’azione è di quelle classiche per le trame di gioco gallesi: taglio in profondità dalla trequarti e inserimento da dietro verso la porta. L’autore dell’assist è Bale, il terzino dello Swansea dapprima calcia contro l’estremo difensore avversario e poi sulla ribattuta centra lo specchio della porta realizzando il suo primo gol del torneo. Al 27′ la Russia ha una grande opportunità per accorciare le distanze con Dzyuba che non approfitta al meglio di un errore di Williams e vede respinta la propria conclusione in porta da Hennessey. Alla mezzora il Galles va vicinissimo al terzo gol con una splendida azione in ripartenza di Bale che semina il panico tra gli avversari prima di esser atterrato con un fallo al limite dell’area. L’arbitro lascia correre per la regola del vantaggio, il pallone è infatti sui piedi di Vokes che da distanza ravvicinata non riesce a bucare la porta e il suo tiro viene parato da Akinfeev. Nella ripresa, dopo aver cercato a lungo il terzo gol nell’Europeo, Gareth Bale finalmente entra nel tabellino dei marcatori. L’azione del 3-0 si sviluppa sulla fascia destra con Gunter che passa il pallone a Ramsey, il quale con un colpo di genio serve in profondità Bale, più defilato sulla corsia mancina. Il fuoriclasse del Real Madrid insacca la palla alle spalle del portiere avversario con un tiro d’esterno sinistro. Il resto del secondo tempo è quasi un allenamento per il Galles che concede nei minuti finali il debutto nel torneo a King e Church. All’85′ si sottolinea una grande occasione per il gol della bandiera della Russia: Dzyuba in spaccata non centra lo specchio della porta su cross basso di Mamaev. Spedizione disastrosa per la nazionale di Slutsky che tra un paio di anni ospiterà tra le mura di casa il Mondiale, da incorniciare invece fino ad ora il cammino del Galles che affronterà agli ottavi di finale una terza classificata, da pescare tra gruppo A (Albania), C e D.

IL MIGLIORE DELLA RUSSIA – Igor Akinfeev. Il portiere russo è forse l’unico dei suoi a ricevere la sufficienza. Le sue parate negano al Galles un risultato quasi tennistico ed evitano alla Russia una pesantissima umiliazione.

IL MIGLIORE DEL GALLES – Gareth Bale. Giocatore di livello eccezionale, è forse stato il migliore di tutta la competizione europea fino ad ora (se la gioca con Iniesta). Viaggia a una velocità doppia rispetto agli altri 21 giocatori in campo, si inserisce senza sosta, impensierisce Akinfeev da ogni posizione dalla trequarti in avanti.

IL PROFILO DA SEGUIRE – Joe Allen. Il centrocampista del Liverpool è rinato nel corso di questo Europeo dopo annate non sensazionali vissute ad Anfield. Ruba palloni e lancia i compagni verso la porta, è suo l’assist per il gol di Ramsey che apre la partita. Garantisce qualità e quantità al reparto.

IL TABELLINO
RUSSIA-GALLES 0-3
MARCATORI: Ramsey all’11’, Taylor al 20′ p.t.; Bale al 22′ s.t.
RUSSIA (4-2-3-1): Akinfeev; Smolnikov, V. Berezutski (dal 1′ s.t. A. Berezutski), Ignashevich, Kombarov; Glushakov, Mamaev; Kokorin, Shirokov (dal 7′ s.t. Golovin), Smolov (dal 25′ s.t. Samedov); Dzyuba. (Lodygin, Guilherme, Shishkin, Denisov, Ivanov, Torbinski, Schennikov, Neustädter, Shatov). C.t. Slutski
GALLES (5-3-2): Hennessey; Gunter, Chester, A. Williams, Davies, Taylor; Ramsey, Allen (dal 29′ s.t. Edwards), Ledley (dal 31′ s.t. King); Vokes, Bale (dal 39′ s.t. Church). (F. Williams, Ward, Richards, Collins, G. Williams, J. Williams, Vaughan, Cotterill, Robson-Kanu). C.t. Coleman
ARBITRO: Eriksson (Svezia)
NOTE: ammoniti Vokes (G), Mamaev (R) per gioco scorretto

Be the first to comment

Leave a Reply