EURO 2016 – Éder manda l’Italia agli ottavi, 1-0 alla Svezia nel finale

L'esultanza di Eder
L’esultanza di Eder

L’Italia a sorpresa vince due partite su due e vola anzitempo agli ottavi di finale, così come la Francia. La compagine di Antonio Conte ha sofferto quest’oggi nel match contro la Svezia ed è riuscita a portare a casa tre punti solamente nei minuti finali dell’incontro, come accaduto a molte altre corazzate nei giorni passati (la stessa Francia, ma anche Spagna e Inghilterra). Ibrahimovic è stato arginato nel corso di tutta la gara ma l’attacco ha faticato a ingranare, fabbricando alcune azioni interessanti solamente nella seconda frazione di gioco. Nel caso il Belgio domani dovesse vincere contro l’Irlanda, l’Italia avrà la certezza del primo posto del girone. Affronterebbe nella prima gara della fase a eliminazione diretta la seconda classificata nel girone di Spagna, Croazia, Repubblica Ceca e Turchia, in campo nel pomeriggio e in serata. L’Italia ha disputato in quel di Tolosa una partita attenta in fase difensiva e di grande intensità a centrocampo, è mancato però un pizzico di qualità in fase offensiva. La Svezia ha messo in mostra una partita concentrata e vigile, la difesa si è comportata abbastanza bene e i mediani hanno garantito buona qualità di passaggio. Il primo tempo è tutto sommato noioso, gli scandinavi si propongono un po’ di più in attacco con le iniziative del terzino sinistro Olsson ma non creano un granché. Nella ripresa invece ci sono più azioni, anche se per assistere a emozioni vere e proprie bisogna aspettare gli ultimi dieci minuti di gioco. Entrambi i tecnici provano a mandare sul terreno di gioco forze fresche senza rivoluzionare l’assetto tattico, Conte in particolare cambia Pellé con Zaza e inserisce a centrocampo per dare freschezza Sturaro e Thiago Motta, dirottando Giaccherini, autore come sempre di una prova di qualità e quantità, sulla fascia sinistra. Proprio da qui il centrocampista di proprietà del Sunderland pennella un cross fantastico per la testa di Parolo all’82′. Il laziale trova il tempo e impatta bene il pallone, che tuttavia sbatte contro la traversa. All’88′ arriva il vantaggio dell’Italia firmato Éder: Chiellini guadagna una rimessa laterale sulla corsia mancina e la batte subito servendo Zaza, il quale fa sponda di testa per l’italo-brasiliano che si accentra bene e calcia sul secondo palo dove Isaksson non può arrivare. Nei minuti di recupero Candreva ha l’opportunità di chiudere il match in un’occasione di contropiede, l’estremo difensore svedese respinge però il pallone indirizzato verso la rete. Vittoria di misura e per certi versi fortunata dell’Italia, per la Svezia la situazione si complica parecchio e gli uomini di Hamrén sono chiamati all’impresa contro il Belgio nell’ultimo incontro del girone. Attualmente sono infatti fermi a un punto.

IL MIGLIORE DELL’ITALIA – Giorgio Chiellini. In difesa è un muro insuperabile, contiene alla perfezione Ibrahimovic e recita un ruolo fondamentale nell’azione che porta al vantaggio dell’Italia servendo Zaza con una lunga rimessa laterale.

IL MIGLIORE DELLA SVEZIA – Kim Källström. Distribuisce palloni con ordine e mette pericolo all’Italia con i suoi calci piazzati. È la mente del centrocampo svedese.

IL PROFILO DA SEGUIRE – Éder. Nel corso della partita lotta e dà il suo apporto soprattutto nel riconquistare e proteggere il pallone. All’88′ inventa un gol da copertina che regala i tre punti all’Italia. Voluto fortemente da Conte, sarà interessante vedere se riuscirà a riconfermarsi nelle prossime partite.

IL TABELLINO
ITALIA-SVEZIA 1-0
MARCATORE: Eder al 43′ s.t.
ITALIA (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Candreva, Parolo, De Rossi (dal 29′ s.t. Motta), Giaccherini, Florenzi (dal 39′ s.t. Sturaro); Pellè (dal 15′ s.t. Zaza), Eder. (Sirigu, Marchetti, Ogbonna, De Sciglio, Darmian, El Shaarawy, Bernardeschi, Insigne, Immobile). All. Conte.
SVEZIA (4-4-2): Isaksson; Johansson, Lindelof, Granqvist, Olsson; Larsson, Ekdal (dal 34′ s.t. Lewicki), Kallstrom, Forsberg (dal 34′ s.t. Durmaz); Guidetti (dal 40′ s.t. Berg), Ibrahimovic. (Olsen, Carlgren, Augustinsson,Wernbloom, Jansson, Zengin, Kujovic, Lustig, Hiljemark).All. Hamren.
ARBITRO: Kassai (Ung).
NOTE: Ammoniti Olsson (S) e De Rossi (I) per gioco scorretto, Buffon (I) per c.n.r.. Recupero: 0’ p.t., 5’ s.t.

Be the first to comment

Leave a Reply