Coppa d’Asia 2015 – l’Iran si prende il primo posto all’ultimo respiro, perde ancora il Qatar

Reza Ghoochannejhad
Reza Ghoochannejhad

IRAN-EMIRATI ARABI UNITI – L’Iran fatica ma si prende il primo posto contro gli Emirati Arabi Uniti, autori di un’altra grande prestazione nonostante la sconfitta. L’Iran parte meglio e sfiora la rete un paio di volte con il “Messi di Persia”, Sardar Azmoun, ma sono gli emiratini a condurre la partita per un buona parte del primo tempo e della ripresa. La squadra di Queiroz si affida soprattutto ai calci piazzati, dai quali nascono le più grandi occasioni. Altra prova di alto livello per Omar Abdulrahman che continua a mettere in mostra il suo repertorio di dribbling e giocate di classe, regalando anche a Mabkhout un’occasione d’oro per portare avanti la formazione di Mahdi Ali. La rete del vantaggio iraniano arriva al fotofinish con la spizzata vincente dell’attaccante Reza Ghoochannejhad, uno dei migliori al Mondiale brasiliano. Su un tiro-cross di Andranik Teymourian la punta del Team Melli trova il vantaggio e il primo posto nel girone per l’Iran che, salvo sorprese, non affronterà il Giappone ai quarti di finale.

Faozi Aaish (a sinistra) del Bahrein e Karim Boudiaf (a destra) del Qatar
Faozi Aaish (a sinistra) del Bahrein e Karim Boudiaf (a destra) del Qatar

QATAR-BAHREIN – Il Qatar fa tre sconfitte su tre e perde anche l’ultima sfida del girone contro il Bahrein. Sfortunati i qatarioti che dopo pochi minuti di gioco colpiscono una traversa con un colpo di testa su calcio di punizione di Muntari, ma una manciata di minuti dopo anche il Bahrein impatta un legno sempre con una conclusione di testa da distanza ravvicinata. Il vantaggio bahreinta arriva dopo ’35 minuti di gioco con un tiro piazzato di Dhiya su cross basso dalla fascia sinistra. Il Qatar pareggia nel secondo tempo con un calcio di punizione di Al Haydos il quale approfitta di una distrazione della barriera avversaria per ristabilire la parità. La rete della vittoria per il Bahrein è una prodezza di Jaafar a otto minuti dalla fine con un tiro piazzato dai 25 metri che batte Burhan, colto leggermente fuori dai pali. Il Bahrein si piazza terzo e nonostante la vittoria non raggiunge la qualificazione ai quarti di finale.