Coppa d’Asia 2015 – la Corea del Sud vola in finale, 2 a 0 all’Iraq

Jung-Hyup Lee
Jung-Hyup Lee

Vola in finale la Corea del Sud dopo l’ultima apparizione datata 1988 quando i sudcoreani si piazzarono secondi. Due volte campione nel 1956 e nel 1960, dopo questi due trionfi la nazionale dei “Guerrieri Taeguk” non è più riuscita ad alzare al cielo la Coppa d’Asia. Ci riproverà quest’anno in Australia, dove sfiderà in finale la nazionale di casa o quella degli Emirati Arabi Uniti (l’altra semifinale è in programma domani). Una vittoria abbastanza agevole contro l’Iraq ha consentito alla nazionale di Uli Stielike di raggiungere il turno finale della competizione. La partita parte bene per i coreani che dopo poco hanno un’occasione con un tiro da fuori di Son Heung-Min, respinto da Jalal Hassan, portiere iracheno. Al ’20 Jung-Hyup Lee porta in vantaggio la Corea del Sud con un colpo di testa su punizione calciata da Jin-Su Kim, classe ’92 dell’Hoffenheim. Poco dopo ancora Son ci prova con una botta dalla distanza, bloccata a terra da Hassan. Sono le uniche occasioni della gara, a tratti bloccata a centrocampo e con ritmi spezzettati. Nella ripresa al ’50 Kim Young-Kwon sigilla il risultato con una conclusione a mezza altezza che rimbalza davanti al portiere avversario complice una deviazione di Salam Shakir.