Coppa d’Asia 2015 – battuto l’Iraq 2-3, la “finalina” va agli Emirati Arabi Uniti

Omar Abdulrahman e Ahmed Khalil
Omar Abdulrahman e Ahmed Khalil

Dopo aver fallito la qualificazione alla finale, in programma domani alle 10.00 (ora italiana) tra Corea del Sud e Australia, la nazionale degli Emirati Arabi Uniti conquista la medaglia di bronzo battendo l’Iraq nella “finalina” per il terzo posto. Sotto gli occhi del presidente della FIFA Joseph Blatter, gli Emirati Arabi Uniti passano in vantaggio dopo sedici minuti in un azione di contropiede. Passaggio millimetrico di Omar Abdulrahman per Ahmed Khalil che a tu per tu con Mohammed Hameed timbra la sua terza rete nella competizione. L’Iraq riesce a rimontare andando a segno al 28′ e al 42′. Waleed Salim pareggia i conti con una conclusione potente deviata in rete da un difensore emiratino, nel finale della prima frazione di gioco Amjed Kalaf approfitta della deviazione del portiere avversario Eisa su tiro da fuori di Yasin per portare avanti la formazione di Rahdi Swadi. Nella ripresa gli EAU riescono a ribaltare nuovamente il risultato. Doppietta di Khalil che dopo pochi minuti di gioco salta l’estremo difensore iracheno prima di insaccare in rete su assist di Abdulrahman che inventa un pallonetto da centrocampo il quale sorvola la difesa dei Leoni di Babilonia e serve il suo scompagno smarcato. La rete del vantaggio è frutto di un errore totale della difesa dell’Iraq. Rinvio del portiere Hameed che finisce sui piedi di Mabkhout, travolto in area di rigore da Ahmad Ibrahim Khalaf, espulso. Dagli undici metri si presenta proprio Mabkhout Al Hajeri che spiazza il numero venti iracheno.