Coppa d’Africa 2015 – la RD Congo è terza, Guinea Equatoriale sconfitta ai rigori

Muteba Kidiaba, portiere della RD Congo
Muteba Kidiaba, portiere della RD Congo

La Coppa d’Africa 2015 si conclude con un medaglia di bronzo sul petto per i giocatori della nazionale congolese. La Repubblica Democratica del Congo ha battuto infatti la Guinea Equatoriale nella finale per il terzo posto, giocata a porte chiuse per gli episodi accaduti nella semifinale con il Ghana. Partita decisa ai calci di rigore dopo che sia i tempi regolamentari che i supplementari erano terminati in parità a reti inviolate. La Guinea Equatoriale schiera una formazione più offensiva, il tecnico della RD Congo, Florent Ibengé, lascia in panchina Mbokani nel primo tempo schierando Makiadi alle spalle di Bolasie, unica punta. Dopo pochi minuti l’estremo difensore congolese Kidiaba nega la gioia del gol a Emilio Nsue sugli sviluppi di un calcio d’angolo, una grande occasione capita anche sui piedi di Bolasie nell’ultima parte del primo tempo – l’attaccante del Crystal Palace non trova lo specchio della porta con una conclusione in area di rigore. Nella ripresa l’ingresso di Mbokani costringe la Guinea Equatoriale a scoprirsi di meno. Verso il 60′ Nsue ha un’altra grande chance a tu per tu con Kidiaba ma il numero uno del Mazembe salva di nuovo il risultato. Nei supplementari la stanchezza prende il sopravvento, uno degli unici tentativi è firmato Balboa che su punizione cerca di sorprendere il portiere avversario che blocca senza molte difficoltà. Ai calci di rigore gli errori di Balboa (alto) e Raul Fabiani (parato) condannano i padroni di casa al quarto posto. Decisiva la realizzazione di Mongongu dagli undici metri che regala la terza posizione alla Repubblica Democratica del Congo per la seconda volta nella sua storia. La prima ci fu nel 1998 quando i congolesi sconfissero proprio ai calci di rigore la nazione ospitante dell’edizione, ovvero il Burkina Faso.