Coppa d’Africa 2015 – Gradel al fotofinish, la Costa d’Avorio pareggia con il Mali

Max Gradel
Max Gradel

Altra prova da rivedere per la Costa d’Avorio di Hervé Renard che si giocherà la qualificazione nell’ultima giornata contro il Camerun dopo il pareggio per 1-1 con le “aquile ” maliane. Bene il Mali, ancora una volta raggiunto nei minuti finali del secondo tempo, così come accaduto qualche giorno fa contro i “leoni indomabili” camerunensi. Dopo soli sette minuti di gioco la gara viene aperta dall’ala del Wolverhampton, Bakary Sako. Bel cross dalla destra di Sambou Yatabaré, Sako raccoglie il pallone e lo insacca all’angolino della porta difesa da Gbohouo con un tiro di contro balzo. Gli ivoriani hanno la loro principale occasione del primo tempo al ’33 minuto del primo tempo quando Kolo Touré stacca di testa su corner battuto dal fratello Yaya ma la sua conclusione termina sulla traversa dopo la deviazione del portiere maliano Diakité. Poco prima Seydou Doumbia aveva provato una mezza rovesciata da distanza ravvicinata vedendo però il pallone uscire fuori. Renard vuole dare un cambio radicale alla partita e a sette minuti dalla fine della prima frazione di gioco butta in campo il giocatore del Saint-Etienne Gradel al posto di Ismaël Diomandé. Proprio Max Gradel realizza la rete del pareggio a tre minuti approfittando di un cross basso di Aurier dall’out di destra per battere Diakité con un tiro rasoterra non molto angolato, marcando la rete del pareggio cercata dalla Costa d’Avorio per tutta il match. Nei minuti di recupero il Mali prova a portare a casa i tre punti ma i tentativi vengono bloccati dalla difesa degli “elefanti”, in particolare si sottolinea una rovesciata di Maiga bloccata da Gbohouo.