Coppa d’Africa 2015 – doppio Balboa, la Guinea Equatoriale va in semifinale

Viera Ellong festeggia il vantaggio della Guinea Equatoriale
Viera Ellong festeggia il vantaggio della Guinea Equatoriale

Javier Balboa guida la Guinea Equatoriale in semifinale, dove affronterà la vincente tra Guinea e Ghana. Battuta la Tunisia in rimonta, decide l’attaccante ex Real Madrid con un gol fantastico nel secondo tempo supplementare. Partita abbastanza equilibrata, i nordafricani leggermente meglio nel primo tempo. Una conclusione di Chikhaoui respinta dal difensore avversario Sipo apre la prima frazione di gioco, tra le azioni più rivelanti ci sono un tiro dal limite decisamente a lato di Khazri e un colpo di testa in corsa di Sassi. Il secondo tempo è aperto da una grande parata del portiere equatoguineano Felipe Ovono su una botta centrale di Akaichi. Poco dopo di nuovo Khazri prova il tentativo dalla distanza che termina fuori dallo specchio. Al 70′ Akaichi sblocca la partita e porta in vantaggio le “Aquile di Cartagine”. Cross di Hamza Mathlouthi dalla fascia destra, l’attaccante dell’Esperance si inserisce e batte Ovono da distanza ravvicinata. A sette minuti Emilio Nsue ha una ghiotta occasione per pareggiare i conti ma una provvidenziale parata di Aymen Mathlouthi gli nega la gioia del gol. Al 91′ l’arbitro Seechurn assegna un calcio di rigore ai padroni di casa. Penalty molto discutibile, quasi un regalo del fischietto mauriziano. Fallo di Hamza Mathlouthi su Ivan Bolado, dagli undici metri si presenta Balboa che spiazza il portiere avversario. Sempre su palla inattiva, la punta dell’Estoril realizza la rete dell’1-2. Fantastica punizione dalla trequarti, piatto destro a giro che scavalca la barriera e buca la rete tunisina. Niente da fare per i magrebini che hanno la chance per pareggiare al 112′ sempre su punizione, calciata da Maaloul al quale però si oppone l’estremo difensore avversario. La Guinea Equatoriale accede alle semifinali per la prima volta nella sua storia ed è pronta a scrivere nuove pagine del calcio africano.