Coppa d’Africa 2015 – Burkina Faso beffato, il Congo passa il girone

L'esultanza di Fabrice Ondama, autore della rete del 2-1
L’esultanza di Fabrice Ondama, autore della rete del 2-1

Una partita dalle mille emozioni e colpi di scena. Una gara vissuta fino al ’93 minuto di gioco, quando la delusione era stampata in faccia agli attuali vice-campioni d’Africa mentre Claude Le Roy si lasciava andare a un abbraccio liberatorio verso i membri della partita congolese. I Diables Rouges della Repubblica del Congo conquistano la qualificazione con una vittoria per due reti a uno contro il Burkina Faso e tre punti che vanno ad aggiungersi ai quattro precedenti. Il primo tempo è bloccato sul punteggio di parità, le due squadre si studiano a vicenda, la partita si gioca soprattutto a centrocampo. Dopo sei minuti Jonathan Pitroipa del Burkina Faso ci prova da vicino con un colpo di testa che termina a lato, per assistere a un’altra occasione da gol bisogna aspettare il ’21 quando Bifouma del Congo sfiora il vantaggio calciando fuori su assist di Ndinga. La seconda vera occasione burkinabé capita ancora sui piedi dell’esterno offensivo in forza all’Al-Jazira che spreca una chance sparando alto un pallone pericoloso da distanza ravvicinata. La ripresa inizia nel migliore dei modi per la nazionale congolese che trova il vantaggio al ’51 dai piedi di Bifouma. Férébory Doré vola sulla fascia destra e mette al centro un pallone per l’attaccante dell’Almeria il quale spinge in rete da due passi battendo Sanou. Dopo altri venti minuti privi di azioni rilevanti, verso il ’70 la gara inizia a vivacizzarsi. Ndinga prova un conclusione da fuori respinta dall’estremo difensore avversario, al ’78 Bertrand Traoré sfiora il pari con una botta di sinistro spentasi al lato della porta difesa da Mafoumbi. Ancora Bertrand vede annullarsi una rete a dodici minuti dal ’90 per un fuorigioco di un suo compagno su punizione del fratello Alain. All’86 Issiaka Ouédraogo s’inventa una fantastica giocata – ruba palla a Bissiki verso la mediana, scatta sulla fascia e mette al centro dell’area un passaggio alto filtrante su cui arriva il centravanti Aristide Bancé che insacca in rete con un tiro di piatto. Il Burkina ci crede, vuole il passaggio del turno ma due minuti più tardi arriva la beffa. Su un calcio di punizione laterale dalla trequarti, la formazione di Put va di nuovo sotto, colpa di un errore del portiere Sanou che esce male mancando il pallone che va poi a sbattere addosso a Ondama. La palla torna di nuovo a centrocampo ma non è finita qui. Nei minuti di recupero Alain Traoré del Burkina Faso impatta la traversa con la palla che va poi a sbattere sulla linea di fondo su un fantastico calcio di punizione. Niente da fare per il Burkina che dovrà fare le valigie e tornare a casa, spedizione sicuramente fallimentare se confrontata con la medaglia d’argento ottenuta nel 2013 nella rassegna sudafricana.