Copa América 2015 – vince l’Argentina ai rigori, Tevez elimina la Colombia

Argentina-ColombiaÈ l’Argentina la terza semifinalista della Copa América 2015, la squadra di Martino ora aspetterà stasera per capire se dovrà affrontare il Brasile o il Paraguay. Eliminata la Colombia, per la prima volta in questa edizione del torneo sudamericano sono serviti i calci di rigore per decretare il vincitore della partita. Zero a zero ai tempi regolamentari e subito tiri dal dischetto (non esistono i supplementari). Le due nazionali hanno dato vita a una partita molto combattuta, alla fine l’Argentina ha meritatamente ottenuto il passaggio del turno. Il primo tempo inizia subito con un’occasione per l’Albiceleste: cross di Di Maria, tiro di Pastore da distanza ravvicinata sporcato da Murillo e respinto da Ospina in calcio d’angolo. Al 26′ l’Argentina ha la chance più ghiotta della partita: prima Ospina para su Aguero, poi sul tap-in di testa di Messi l’estremo difensore si esalta di nuovo e gli nega la gioia della rete con una grande parata di riflessi, probabilmente la migliore del torneo. La prima frazione di gioco non è tuttavia ricca di azioni, la gara è molto “nervosa” e l’arbitro Orosco è costretto a estrarre il cartellino giallo sei volte.

Argentina-Colombia 2

La ripresa è quasi la fotocopia del primo tempo. La Colombia effettua la prima conclusione in porta al 67′ con un colpo di testa di Martinez bloccato da Romero. I Cafeteros provano in tutti i modi a difendere il pareggio e andare ai calci di rigore, l’Argentina non crea grandi opportunità fino al 78′, quando un tiro dalla trequarti di Banega scheggia la traversa. A dieci minuti dalla fine la formazione di Martino sfiora nuovamente il vantaggio con una zampata al volo di Otamendi su corner che sbatte sul palo, anche in questo caso provvidenziale la deviazione di Ospina. All’88’ Murillo salva sulla linea un potenziale autogol di Zapata, è l’ultima vera emozione della partita prima dei calci di rigore. La sequenza inizia con James Rodriguez dagli undici metri. I primi tre tiri per entrambe le sfidanti terminano in rete, poi Muriel calcia sopra la traversa. Il rigore della vittoria è però fallito da Biglia che angola troppo il suo penalty. Si va ad oltranza: Zuniga si fa parare il rigore da Romero ma Rojo colpisce la traversa, al settimo tentativo Murillo sbaglia nuovamente sparando alto e Tevez ne approfitta facendo esplodere la gioia bianco celeste. Quattro anni fa fu proprio l’Apache a fallire il rigore decisivo per l’eliminazione dell’Argentina contro l’Uruguay.

Be the first to comment

Leave a Reply