Copa América 2015 – Barrios al 90′, l’Argentina fa 2-2 con il Paraguay

Il gol di Aguero
Il gol di Aguero

Senza dubbio la partita più emozionante fino ad ora di questa Copa América. La squadra favorita per la vittoria finale, l’Argentina, è stata bloccata dai vice-campioni in carica, il Paraguay. I Guaraní hanno realizzato una bellissima partita sotto gli occhi di Gerardo Martino, attualmente alla guida della nazionale argentina ma fino a qualche tempo fa sulla panchina paraguayana. Il secondo match del girone B finisce in parità, entrambe le squadre ottengono un punto ma non riescono ad agganciare l’Uruguay, vittorioso contro la Giamaica. Nel primo tempo Messi e compagni regalano spettacolo e si portano avanti di due reti. Nei primi minuti non succede quasi nulla, la partita si accende verso il ventesimo della prima frazione di gioco. Prima l’Argentina va vicina al gol con Messi che devia un tiro di Mascherano, poi il duo Pastore-Aguero si inventa una bella azione la quale si conclude con il tiro del centravanti del Manchester City bloccato da Silva. Al 29′ la Albiceleste si porta avanti: Samudio pasticcia e regala il pallone ad Aguero che dribbla il portiere e fa 1-0. Poco dopo Di Maria si procura un calcio di rigore e Messi non sbaglia dagli undici metri. Conclusione molto angolata su cui non riesce ad arrivare l’estremo difensore paraguayano.

La gioia di Valdez
La gioia di Valdez

La ripresa è molto più ricca di emozioni. Parte subito con due azioni del fenomeno del Barcellona che sfiora il gol, prima di piede e poi di testa. Al 55′ un tiro di Aguero, servito da Roncaglia, viene respinto in corner dalla retroguardia paraguayana. La mossa che cambia la gara per il Paraguay è l’ingresso in campo di Derlis Gonzalez all’inizio del secondo tempo. Il fantasista del Basilea prima rischia l’espulsione per un doppio fallo, poi comincia a regalare giocate che mettono in difficoltà la difesa argentina. All’esatto scoccare del 60′ minuto Haedo Valdes ha una doppia occasione per accorciare le distanze: il suo primo tentativo finisce tra le braccia di Romero che compie una grande parata, poi l’attaccante in forza in Germania si inventa un gol fantastico con un tiro da fuori area che scavalca il portiere avversario e si insacca sotto la traversa. Poco dopo Messi ha la chance per incrementare nuovamente il vantaggio argentino ma, dopo aver dribblato una serie di uomini, calcio a lato del secondo palo. Al 67′ Antony Silva effettua una grandissima parata su un tiro da distanza ravvicinata di Pastore. Dal 70′ in poi, il Paraguay inizia a essere molto pericoloso sui contropiedi. Su un crosso basso di Gonzalez non arrivano né Valdez né Victor Caceres, sempre Caceres si fa respingere un tiro da Otamendi. Al 77′ Samudio sfiora la rete con una bordata di sinistro, a dirgli di no è Romero che compie un vero miracolo. Si esaltano entrambi i portieri, anche Silva nega la gioia del gol a Di Maria in un’azione molto simile. Al 90′ l’episodio che decide la partita: calcio di punizione per il Paraguay a centrocampo, Ortigoza pennella un pallone per la testa di da Silva che appoggia a Lucas Barrios il quale calcia con un sinistro piazzato e fa 2-2. Esplode la gioia Albirroja per un pareggio inaspettato, soprattutto dopo le due reti subite nel primo tempo. Nei minuti di recupero Tevez ha l’occasione per ribaltare nuovamente il risultato ma un suo colpo di testa, su cross di Di Maria, termina fuori. È 2 a 2 all’Estadio La Portada di La Serena, il Paraguay si conferma ancora una volta una squadra difficile da affrontare. Stasera (ore 21.00) in campo Colombia e Venezuela in un derby che regalerà sicuramente emozioni. A seguire Brasile-Perù (23.30).