Andiamo a conoscere il Dnipro, avversario del Napoli in Europa League

DniproStasera il Napoli ospiterà al San Paolo il Dnipro Dnipropetrovsk, squadra della massima serie ucraina che sta facendo molto bene negli ultimi anni e spera in una storica finale di Europa League. In campionato i biancocelesti sono secondi alle spalle della Dinamo Kiev, un punto sopra lo Shakhtar Donetsk. Il loro cammino europeo è iniziato ad agosto quando hanno buttato fuori l’Hajduk Spalato nei play-off per la qualificazione. Ai gironi hanno trovato l’Inter, il Saint-Etienne e Qarabağ, totalizzando sette punti e guadagnando l’accesso ai sedicesimi di finale dove hanno pescato l’Olympiakos, retrocesso dalla Champsions League, ma eliminato grazie a un 2-0 all’andata e un 2-2 al ritorno. Stessa sorte è toccata all’Ajax agli ottavi e al Club Brugge ai quarti. L’allenatore Myron Markevych è in carica da circa un anno, il suo 4-2-3-1 sta portando buoni risultati.

Konoplyanka
Konoplyanka

Stando alla probabile formazione che scenderà in campo dal primo minuto oggi, in porta il titolare dovrebbe essere Denys Boyko, due presenze con la nazionale ucraina, riscattato in estate dalla Dinamo Kiev dopo un periodo di prestito al Dnipryany. In difesa, a gennaio ha salutato il club un giocatore fondamentale, approdato proprio in Italia destinazione Napoli: Ivan Strinic. Stasera non ci sarà perché ha già disputato l’Europa League con il suo ex club, al suo posto nel Dnipro ci dovrebbe essere Léo Matos, centrocampista adattato nel ruolo di terzino sinistro. Non è da escludere però l’ipotesi Alexandru Vlad, in campo nell’ultima gara di campionato. Al centro il brasiliano Douglas dovrebbe essere una certezza, così come Evgen Cheberyachko. Fuori per infortunio il ceco Ondrej Mazuch, alle prese con una rottura del legamento crociato. A destra largo ad Artem Fedetsky, giocatore della nazionale in forza nel Dnipro dal 2012. Il duo a centrocampo dovrebbe essere composto dal georgiano Kankava e da Bruno Gama, talentuoso centrocampista di origine portoghese. Qualche metro più avanti agirà il capitano Ruslan Rotan, affiancato da Valeri Luchkevych, classe ’96, e dal gioiello Evgen Konoplyanka. È il calciatore da tenere maggiormente d’occhio, è finito sul taccuino di molti club europei dato anche il suo contratto in scadenza a giugno. Prodotto del vivaio biancoblu, quest’anno ha messo a segno 8 gol tra campionato e coppa. In attacco chance dal primo minuto per il croato Nikola Kalinic, 20 presenze con la sua nazionale, 17 reti nell’attuale stagione. Davanti altre alternative dalla panchina potrebbero essere il brasiliano Matheus e Roman Bezus. Un avversario non certo impossibile per il Napoli che parte nettamente favorito, ma occhio a sottovalutare una squadra che negli ultimi anni ha fatto molto bene e ha dato del filo da torcere a molti grandi club europei.