Cina SuperLeague, 3° titolo per il Guangzhou

GUANGZHOU CAMPIONE

In Cina, più precisamente nel campionato cinese, esiste il monopolio assoluto di una squadra: il Guangzhou, che dall’arrivo di Lippi, e altri giocatori come Elkeson, Muriqui e Dario Conca è inarrestabile. Ha già vinto, a una giornata dal termine, la Cina Super League, nella quale ha dominato contro tutto e tutti, perdendo una sola volta e realizzando in totale 78 gol. Quando arrivò Lippi, nel 2012, trovò una squadra ben formata che aveva già vinto il campionato 2011 come neo promossa, a lui spettava il compito di trasformarla nella più forte di tutta Cina. Bé, ce l’ha fatta. L’ex tecnico vincitore ai Mondiali 2006 ha conquistato 4 titoli, due campionati, una supercoppa e una coppa di lega. C’è stato l’appoggio di tutti, a partire dalla società che ha acquistato giocatori importanti garantendogli un ingaggio elevato, i neo-acuiqsti sudamericani, l’allenatore, e i locali asiatici, che hanno avuto un ruolo non meno importante in questo campionato. Tra questi il capitano Zheng Zhi, dal carisma capace di buttare a terra un colosso come Djibril Cissé, il giovane difensore sudcoreano Kim Young-Gwon, classe ’90 ma già in nazionale, Huang Bowen, elemento determinante in questa stagione, acquistato dalla Shanghai Sheneua. Senza dimentacare la difesa che ha subito solo 18 gol, passando per il centrocampo e alla fine l’attacco, composto dal piccolo brasiliano Muriqui spesso e volentieri affiancato dalla bandiera cinese Gao Lin. Il Guangzhou nell’ultima giornata affronterà il testa-coda con il Wuhan Zall, già retrocesso, per alzare al cielo la 3° Super League cinese di fila. Lippi vuole anche il Triplete, e’ in semifinale di Coppa di Cina e deve giocare il ritorno della finale della Champions League asiatica dopo il 2-2 di Seoul.

Marcello Lippi, un vincente anche in Cina
Marcello Lippi, un vincente anche in Cina
Gao Lin, capitano e uomo-chiave quest'anno per il Guangzhou. Gao gioca inoltre da otto anni in nazionale cinese
Gao Lin, capitano e uomo-chiave quest’anno per il Guangzhou. Gao gioca inoltre da otto anni in nazionale cinese

 

LOTTA AFC CHAMPIONS LEAGUE E SALVEZZA

Se per il Guangzhou di Lippi il campionato è finito, lo è anche per Shandong Luneng, Beijing Guoan e Guizhou Renhe, che hanno centrato in pieno l’obiettivo, ovvero la qualificazione alla AFC Champions League, anche se senza i sei punti di penalizzazione, inflitti allo Shanghai Shenua, gli Shenua si sarebbero qualificati e il Guizhou sarebbe rimasto a casa. Il Wuhan Zall è già retrocesso, la neo promossa a disputato un pessimo campionato non riuscendo neanche a ragiungere i 20 punti. Spera ancora il Changchun Yatai che ha alcune possibilità di salvarsi. Nell’ultima giornata dovrà affrontare in casa il Liaoning, decima su sedici squadre.Il Qingdao Jonoon, in questo momento sarebbe salvo a discapito del Changchun, ma dovrà volare a Pechino per giocare contro i terzi in classifica del Beijing Guoan, che, come abbiamo già detto, non ha più obiettivi. Ma attenzione perché è a rischio anche il Jiangju Sainty, a pari punti con il Qingdao ma avanti nella differenza reti.

Be the first to comment

Leave a Reply