Chi è Nahuel Guzman, la sorpresa dei convocati del Tata Martino

Nahuel Guzman 3Leggendo la lista dei convocati del “Tata” Martino, il nuovo tecnico della nazionale argentina, può sorgere qualche domanda su chi sia Nahuel Guzman, l’unico tra i convocati che non gioca in Europa. Ci sono anche altre sorprese nell’elenco dei convocati diramato dall’ex tecnico del Barcellona, come lo juventino Pereyra e il centrocampista del Sunderland Vergini, ma il nome di Guzman è quello che ha lasciato più a bocca aperta gli esperti di calcio. Guzman è il portiere titolare dell’UNAL Tigres, club militante nella massima serie messicana, squadra che lo ha acquistato nel 2014 dai Newell’s Old Boys. Nato a Rosario nel 1986, non ha mai vestito la maglia della nazionale ad eccezione della selezione giovanile U20 con la quale è sceso in campo quattro volte nel 2004.

Nahuel Guzman

La terra d’origine dell’estremo difensore sudamericano ha dato i natali anche a campioni con Lionel Messi. Così come il fuoriclasse del Barcellona, anche Guzman è cresciuto con i colori dei Newell’s Old Boys tatuati sulla pelle. Scese in campo per la prima volta nel 2007 in una gara pareggiata contro il Quilmes, nella sua prima annata da professionista collezionò tre presenze nel Torneo Inicial albiceleste. Alto 191 cm, fa dell’agilità e dei riflessi le sue migliori doti calcistiche. Nel 2008, dopo appena quattro presenze totalizzate in prima squadra, i rossoneri lo mandarono a farsi le ossa in prestito all’Independiente Rivadavia. Dopo 34 presenze tornò alla base e in cinque anni in Argentina ha raccolto 93 gettoni con la prima squadra e la sua porta per 36 partite è rimasta inviolata, un vero record per il numero uno di Rosario. Il 4 giugno del 2014 Guzman è passato per circa 2,2 milioni di euro ai messicani del Tigres, club molto noto da quelle parti. Ha già collezionato sette partite in campionato con il Tigres conquistando l’attenzione del “Tata” Martino, che lo aveva già allenato per molto tempo ai Newell’s Old Boys dove si era laureato anche campione d’Argentina nel 2013. Le performances di Nahuel erano rimaste nella mente dell’attuale ct della nazionale. E le ha confermato anche con la maglia del Tigres in Messico, giocando tutte le partite finora e incassando nove gol. Vedremo se sarà in grado di replicare le sue “gesta” con i Newell’s anche con la nazionale, sperando magari di esordire, probabilmente nel secondo match contro Hong Kong, strappando il posto al sampdoriano Romero.

Be the first to comment

Leave a Reply