Che cos’è una selezione

Più volte a PANEECALCIO abbiamo parlato di selezioni, oggi in questo articolo rispondiamo a delle domande per far capire meglio ai lettori che cos’è veramente una selezione.

Che cos’è una selezione?

Una selezione è un insieme di calciatori di uno stesso paese, dipendenza, una regione o un popolo. Una dipendenza è un territorio di un paese, ma che si trova in un’altra parte rispetto alla propria patria, ad esempio in un altro continente. L’Italia non ha dipendenze, il Cile ad esempio ha come dipendenze l’Isola di Pasqua e Sala y Gomez. Una selezione può rappresentare anche una regione come la Bretagna, la Provenza e l’Occitania, un popolo come Aymara, Quechua e Mapuche. Una selezione può rappresentare anche un movimento come la selezione di calcio della Padania, o semplicemente un arcipelago o un isola, ad esempio (anche se non esiste) potrebbe esistere la selezione di calcio delle Eolie o delle Pelagie.

Ma che differenza c’è tra una selezione e una nazionale?

C’è una semplice differenza tra una nazionale e una selezione. Una nazionale, Italia, Francia, Germania, Spagna, è un membro della FIFA l’organizzazione mondiale che controlla il calcio nei paesi membri. Una selezione non è un membro della FIFA

E cosa cambia?

Semplicemente che una nazionale può partecipare ai Mondiali e alle qualificazioni e alle competizioni continentali: gli Europei, la Copa America, la Coppa d’Asia e la Coppa d’Oceania. La selezione no. Tuttavia esistono organizzazioni che si occupano delle selezioni, del calcio indipendente dalla FIFA, la più importante è la NF-Board che si occupa di 31 selezioni, l’altra organizzazione è la CSANF, che si occupa esclusivamente di selezioni sudamericane, la CSANF è affiliata alla NF-Board. Queste organizzazioni si occupa di organizzare partite tra le nazionali e tornei. La NF-Board organizza la Coppa del Mondo VIVA, il più importante torneo tra selezioni.

Esistono eccezioni?

Si, ci sono 11 eccezioni. Eccezione nel senso di una selezione che ha l’opportunità di partecipare alle qualificazioni per la coppa continentale. Soprattutto in Sud America le selezioni caraibiche, sono affiliate alla CONCACAF e così possono partecipare al CONCACAF Gold Cup, Guadalupa ad esempio ha partecipato a 3 tornei continentali. In Oceania anche quattro selezioni sono affiliate alla OFC e sono rispettivamente Micronesia, Niue, Palau e Tuvalu.

Quindi gli stati sono nazionali e le dipendenze sono selezioni?

Non è esattamente così. La maggior parte della nazionali sono stati, ma non tutte, ad esempio le più famose sono le Faer Oer, ma c’è anche la nazionale di calcio del Montserrat, di Anguilla, di Guam, delle Turks e Caicos, Tahiti, Curacao, Aruba, Isole Vergini Britanniche, Bermuda, Cayman, Isole Vergini Americane e Porto Rico. Lo stesso discorso vale anche per le selezioni, ci sono degli stati che non hanno una nazionale. Uno di questi è sicuramente la Città del Vaticano, che per carità, non ha un numero di abitanti molto elevato, ma la selezione ha pareggiato con il San Marino nel 1994, spesso il Vaticano gioca delle partite contro Carabinieri, Ministri, o altri professionisti. Non solo la Città del Vaticano è una selezione, ma anche il Principato di Monaco, Tuvalu, gli Stati Federati di Micronesia, Kirirbati, le Isole Marshall, Palau e Nauru.

Una selezione può giocare contro una nazionale?

Certamente, in Spagna soprattutto la Catalogna ogni anno presso Natale organizza una partita contro una nazionale. Quest’anno ha giocato contro la Nigeria, ma queste partite non vengono riconosciute dalla FIFA.

Un giocatore può giocare sia in una nazionale che in una selezione?

Si. Tornando al discorso della Catalogna, Xavi, Iniesta e Puyol giocano anche per la Spagna. Un giocatore non può giocare in due nazionali perché significherebbe essere iscritti a due federazioni e la FIFA non permette questo, ma può giocare in una nazionale e in una selezione perché la FIFA riconosce l’iscrizione a una sola federazione perché la selezione, come abbiamo già detto, non è un membro della FIFA.

Chi è il più grande giocatore che attualmente veste la maglia solo di una selezione?

Sicuramente dei giocatori della Bretagna o della Corsica. Tra quelli della Bretagna ricordiamo Arnaud Le Lan, Julién Feret e Guillaume Moullec; della Corsica: Nicolas Penneteau, Anthony Lippini e Francois Modesto. Non solo in Francia giocano giocatori bravi, ad esempio Frédéric Piquionne di Martinica e Ludovic Gotin e Livio Nabab di Guadalupa.

Chi sono i principali personaggi che controllano il calcio indipendente dalla FIFA?

Sicuramente un nome è Luc Misson, il presidente della NF-Board che ha sede in Belgio, anche Misson è belga. Gonzalo Esteban Parada, è l’argentino presidente della CSANF, Niyazi Okutan è il presidente della Federazione Calcistica di Cipro Nord che ha organizzato l’ELF Cup.

Francois Modesto Francois Modesto della Corsica, ha giocato anche in Italia con il Cagliari, nella foto veste la maglia dell’Olimpiakos

Be the first to comment

Leave a Reply