Champions League, è subito spettacolo

È iniziata a Champions League, è iniziato il divertimento. Barcellona e Real dimostrano ancora di essere le più forti, ma soprattutto Messi e Ronaldo dimostrano di essere più forti. Tripletta per entrambi, Messi all’Ajax e Cristiano al Galatasaray, con Bale che parte dalla panchina. Sei gol del Real al Galatasaray, a segno Isco, Benzema due volte e CR7 tre. Anche il PSG gioca bene, soffrendo però nel primo tempo le incursioni dell’ex Percara Weiss, che riesce anche a trovare il gol. A segno Edinson Cavani, dopo una grande azione corale. Dopo arriva il pareggio dell’Olympiakos con Weiss che semina il panico nella difesa francese, tunnel a Marquinhos, un altro dribbling e poi il tiro che spiazza Sirigu. Ma nel secondo tempo il PSG non ha problemi a vincere, doppietta di Thiago Motta, entrambi i gol di testa, poi anche il gol di Marquinhos con Ibra che sbaglia un rigore. Il Manchester City vince 0-3 contro il Viktoria Plzen con un euro-gol di Yaya Touré che sigla il gol più bello della giornata. Il Manchester United vince 4-2 contro il Leverkusen, doppietta di Rooney, Van Persie e Valencia, questi i marcatori dello United. I campioni in carica del Bayern non faticano a battere il CSKA Mosca, sconfitto per 3-0. Il Barça come abbiamo già detto ha vinto 4-0 contro l’Ajax, il Benfica trova la vittoria per 3-0 contro l’Anderlecht. La sorpresa più grande arriva dallo Stamford Bridge dove il Chelsea di Mourinho perde in rimonta contro il Basilea. L’Arsenal vince 1-2 contro il Marsiglia con Ramsey sempre migliore in campo. Per concludere il quadro delle straniere il Porto vince 1-0 contro l’Austria Vienna, esordiente in Champions, decisivo il gol di Gonzalez. L’Atletico Madrid vince 3-1 contro lo Zenit e lo Shakhtar batte la Real Sociedad per 2-0. Tra le italiane il Napoli è quella ad andare meglio. Vittoria contro il Borussia Dortmund agevolata anche dalle espulsioni di Weidenfeller, portiere del Borussia, e Klopp, l’allenatore, entrambe nel primo tempo. A segno Higuain e Insigne che segna un gol fantastico da punizione, poi il Borussia accorcia le distanze con un autogol di Zuniga. Il Milan vince ma con molta fatica contro il Celtic, avversario non molto ostico sulla carta. Trova il vantaggio solo nel finale del secondo tempo con un tiro di Zapata deviato da un difensore del Celtic. Poi il raddoppio con Sulley Muntari, che segna il secondo gol consecutivo dopo quello in campionato al Torino. La Juventus non va oltre il pareggio contro il Copenaghen in Danimarca nonostante abbia dominato la partita. In gol Jorgensen per il Copenaghen e Quagliarella per i bianconeri.

Christian Zapata Christian Zapata, difensore colombiano autore del gol del vantaggio del Milan. Per lui si tratta del primo gol in assoluto con i rossoneri.

Lascia un commento