CAF Confederation Cup, un Azam da applausi

CAF Confederation Cup logo

Ieri, 20 aprile 2013, erano in programma due partite della CAF Confederation Cup, l’ex Coppa delle Coppe africana fusa con la Coppa CAF. Il campione in carica sono i Léopards, del Congo, che hanno vinto l’edizione 2012. Quest’anno però i Léopards non partecipano al torneo, al loro posto a rappresentare il Congo ci sono i Diables Noirs. Siamo giunti ai sedicesimi di finale, il torneo è ancora tutto aperto, ma già abbiamo visto delle sorprese. Ad esempio l’eliminazione dell’Heartland, una squadra nigeriana, ad opera del Bitam, gabonese, tutto è dovuto al ritardo dell’Heartland, così la CAF ha assegnato al Bitam la vittoria per 3-0 a tavolino. Anche l’altra squadra nigeriana, il Lobi Stars, è stata eliminata da una squadra mozambicana, la Liga Muculmana de Maputo. Eliminata anche l’Al-Nasr Bengasi, squadra libica, fuori grazie al FAR Rabat, squadra marocchina che ieri ha giocato. Prima di parlare della sfida del FAR, vi racconto quello che è successo in questo torneo, dalla prima all’ultima partita. Nel primo turno, i preliminari, sono già state eliminate squadre di nazionali importanti. Lo Zambia è stato rappresentato dal Power Dynamos che è stato subito eliminato dal Caàla, squadra angolana. Anche molte altre nazioni hanno perso i propri candidati, il Sudan del Sud ha vista la propria squadra, l’El-Nasir, incassare 8 gol tra andata e ritorno dall’Azam, una squadra tanzaniana; Sao Tomé e Prìncipe, rappresentato dal Desportivo Guadalupe, ha incassato 17 gol dal Bitam, il Mbabane Higlanders, swazilandese, ha perso il doppio confronto con i malgasci del TCO Boeny ai rigori, l’Anse Réunion, seychellese, ha sfiorato l’impresa pareggiando in patria pareggiando contro il Gor Mahia, keniana (molti giocatori dell’Anse, precisamente 3, vengono dal Kenya, quindi è stata una partita molto importante per loro), ma poi a Nairobi ha preso 5 gol e sono tornati alle Seychelles a mani vuote. Mogas 90 (Benin)- Douanes Lomé (Togo) non si è disputata per ritiro dei beninesi; le Panthere du Ndé, camerunensi, hanno eliminato i ciadiani dell’Elect-Sport; i nigerini del Sahel sono stati eliminati dal Rail Club Kadiogo, squadra del Burkina Faso; il Senegal ha perso il suo candidato, l’HLM, contro il Gamtel, del Gambia, questo è stato un derby perché il Gambia si trova dentro il Senegal e vincere è stato un risultato molto importante; il Gaborone United del Botswana è stato eliminato dalla Liga Muculmana de Maputo; il derby tra LLB Academic e il Police FC è finito con la vittoria dell’LLB, è un derby perché sappiamo tutti la vicinanza e quindi rivalità tre Burundi e Ruanda, l’LLB è del Burundi, il Police è del Ruanda. Il Debedit, squadra etiope, ha battuto i centrafricani dell’Anges de Fatima, il New Edubiase del Ghana è stato eliminato dal Diables Noirs, le Pantere della Guinea Equatoriale hanno sconfitto i guineensi del Séquence, le due squadre maliane, il Bougouni e l’Onze Créatuers hanno eliminato l’Unisport e la Stella Club; il Barrack Young Controllers, della Liberia, ha eliminato il Johansen della Sierra Leone; e infine il SuperSport United ha eliminato i rep. congolesi del Don Bosco. Le partite di ieri sono state Azam (Tanzanai) contro FAR Rabat (Marocco) e ASEC Mimosas (Costa d’Avorio) contro LLB Academic (Burundi). La prima ha coinvolto la favorita per la competizione, il FAR Rabat, che si è fermato 0-0 in Tanzania contro un ottimo Azam che si è rivelata una sorpresa di questa competizione. La seconda partita, anche questa con pochi gol, è finita con la vittoria degli ivoriani per 1-0, ma non è un grandissimo risultato perché il ritorno si giocherà in Burundi e sarà molto più difficile. Oggi pomeriggio, alle 16:00 e alle 17:00, ci saranno altre due partite della competizione, prima Caàla (Angola)-Etoile du Sahel (Tunisia), poi Liga Muculmana (Mozambico)-Wydad Casablanca (Marocco).

Giocatore ASEC Mimosas Giocatori dell’ASEC Mimosas (precisamente partendo da sinistra: Ganiyu Iddi, Junior Salomon, Laurent Magbi e Robert Sankara).

 

Be the first to comment

Leave a Reply