Benfica, Clésio Bauque saluta il Portogallo e vola negli USA

Clésio in nazionale
Clésio in nazionale

Dopo una stagione deludente, Clésio Bauque lascia Lisbona per “emigrare” in prestito negli States, più precisamente nello Stato della Pennsylvania. Sarà un nuovo giocatore degli Harrisburg City Islanders, una squadra della USL Professional League (terzo livello, ma vi ricordiamo che non esistono promozioni o retrocessioni). La stagione in America sta per iniziare e il mozambicano classe ’94 sarà una pedina importante per l’attacco a disposizione del mister Bill Becher, ex bandiera di questo club. “L’erede di Eusebio”, sia per la nazionalità che per il modo di giocare, questo soprannome ha pesato (e tanto) sulle spalle di Clésio durante la sua carriera. È un predestinato, a 17 anni aveva già esordito con la nazionale mozambicana e fino ad oggi ha segnato due gol in sette partite. Il Benfica lo aveva acquistato nel 2012 dal Ferroviario di Maputo, guarda un po’, proprio la squadra dove giocava Eusébio da ragazzo. Sempre aggregato alla seconda formazione, l’anno scorso aveva trovato più spazio rispetto alla stagione attuale. Da qui la decisione di mandarlo a “farsi le ossa” dall’altra parte del mondo, negli USA, dove sarà l’unico africano in rosa. Ma sicuramente si troverà bene con Edinho Junior, anch’egli attaccante, nuovo acquisto e classe ’94, entrambi parlano il portoghese, Edinho infatti è lusitano.

Be the first to comment

Leave a Reply