Amichevoli – vittoria dell’Inghilterra, l’Argentina si prende la “rivincita”

Di Maria e compagni esultano per un gol
Di Maria e compagni esultano per un gol

GERMANIA-ARGENTINA – I campionati si sono fermati e le nazionali scendono in campo. Ieri sera abbiamo potuto assistere al big match tra Germania e Argentina, la “replica” della finale dei Mondiali brasiliani, che ha visto i sudamericani prendersi la “rivincita” nonostante l’assenza di Messi e Higuain. La partita è terminata con il punteggio di 2-4 per la squadra del Tata Martino, stella della partita la nuova ala del Manchester United Angel Di Maria: tre assist e una rete. La prima marcatura è del Kun Aguero dopo venti minuti che ha sfruttato un’occasione d’oro regalatogli dal Fideo. Al ’40 Lamela segna un grande gol su cross di Di Maria al volo, nella seconda frazione di gioco un colpo di testa di Fernandez  su calcio di punizione triplica il risultato, il quarto e ultimo gol albiceleste è frutto di un’azione personale del nativo di Rosario conclusasi con uno scavetto sul portiere tedesco Weidenfeller. La Germania  riesce a trovare il gol della bandiera con Schurrle dopo una ribattuta di Romero, nel finale arriva anche la seconda rete della compagine guidata da Loew con un tiro di Goetze che trova la deviazione di Fernandez. Premiati prima del fischio d’inizio i campioni del mondo, per l’occasione sono stati presenti anche Philipp Lahm e Miroslav Klose.

Il rigore di Rooney
Il rigore di Rooney

INGHILTERRA-NORVEGIA – Partita a ritmi un po’ più bassi quella tra Inghilterra e Norvegia con la squadra di Hodgson che non riesce a trovare la giusta forma fisica e l’ intesa tra i giocatori. Anzi, è proprio la Norvegia a fare la partita ma spreca alcune occasioni con Joshua King e Tarik Elyounoussi e commette errori imperdonabili in fase difensiva come quello che ha portato al rigore di Rooney. Le formazioni per entrambe le squadre sono quelle titolari, il ct norvegese Hogmo decide di cambiare buona parte dei giocatori rispetto all’amichevole contro gli Emirati Arabi Uniti. Hart salva il risultato più volte, gli soprattutto nella ripesa quando King ha una grossa opportunità di portare avanti i suoi ma il portiere del City gli nega la gioia del gol. Al ’68 la partita si sblocca con il fallo di Elabdellaoui in area di rigore e il penalty di Wayne Rooney. Il nuovo capitano della nazionale anglosassone non sbaglia dagli undici metri battendo Nyland con una conclusione potente a media altezza. La partita finisce 1-0, ma gli inglesi dovranno ancora lavorare per trovare la giusta identità.

La nazionale qatariota prima dell'amichevole contro il Marocco
La nazionale qatariota prima dell’amichevole contro il Marocco

LE ALTRE – Ottima partita della Turchia contro la Danimarca che trionfa in rimonta con le reti di Sahan nel secondo tempo e Tufan al ’92 su assist del giocatore dell’Atletico Madrid Arda Turan che rispondono al calcio di rigore trasformato da Agger al ’35. L’Irlanda vince una facile amichevole contro gli asiatici dell’Oman – a segno l’attaccante di 31 anni Kevin Doyle e il difensore scozzese naturalizzato irlandese Alex Pearce. Buona prestazione anche degli Stati Uniti, reduci da un grande Mondiale, sul campo della Repubblica Ceca. Gli europei sulla carta erano favoriti ma sono stati piegati da un gol di Bedoya al ’39 nonostante tra gli americani non c’erano giocatori importanti come Dempsey, Zusi e Bradley. Sorpresa della Lettonia che asfalta l’Armenia di Mkhitaryan e Movsisyan grazie a una doppietta del classe ’94 di Valerijs Sabala, cantravanti del Club Brugge che ha deciso la gara di ieri. Prosegue il tour europeo della nazionale degli Emirati Arabi Uniti che pareggia sul campo della Lituania grazie alla rete di Sanqour al ’93 che risponde al momentaneo vantaggio baltico firmato Matulevicius, punta centrale di Pandurii. L’Ucraina vince soffrendo contro la Moldavia per 1-0 con il gol di Bezus dopo un’ora di gioco. Sontuoso 4-0 della Russia sul povero Azerbaijan, la squadra di Capello schiera i titolari e batte agevolmente i caucasici – doppietta del bomber Kerzhakov, che è diventato i lmiglior marcatore della nazionale russa, e reti di Ignashevich e Granat. Stessa cronaca della partita nella gara tra le Filippine e il piccolo Taiwan, cinquina dei filippini, a nulla serve la marcatura di Yen a dieci minuti dalla fine. Rimanendo sempre in Oriente altra goleada della Birmania sulla Palestina. In campo neutro i birmani hanno battuto gli arabi per quattro reti a uno, determinante la doppietta di Ko Ko Kiaw, giovane attaccante classe ’92. Pareggio a reti bianche nel “derby” arabo tra Marocco e Qatar.

Be the first to comment

Leave a Reply