Alla scoperta della MLS 2015, tra nuove squadre e nuovi campioni

MLS 2015

Stanotte alle 4,00 (ora italiana), inizierà la MLS 2015, la ventesima edizione del campionato di calcio nordamericano per eccellenza, il quale coinvolgerà da quest’anno 17 formazioni statunitensi e 3 canadesi (Toronto, Montréal Impact e Vancouver). Due tra le venti squadre parteciperanno alla loro prima stagione in MLS nella storia, il New York City FC di David Villa e l’Orlando City di Kakà, mentre ha chiuso i battenti il Chivas USA, scioltosi al termine dell’annata scorsa. Sono molti i giocatori famosi sbarcati nel continente nordamericano, tra i tanti l’italiano Sebastian Giovinco, che ha lasciato la Juventus per dirigersi a Toronto. La sfida tra i campioni in carica del Los Angeles Galaxy e Chicago Fire darà il via al torneo, domani sera alle 21,00 potremo invece assistere allo scontro tra Montréal Impact e DC United.

I PIÙ FAMOSI

MLS

El Guaje David Villa ha dichiarato pochi giorni fa la sua opinione positiva sul calcio americano. Stadi all’avanguardia e sempre pieni, addirittura più di quelli europei. Lo spagnolo vestirà la maglia del New York City FC, squadra al quale si aggregherà Frank Lampard al termine della stagione in Inghilterra al Manchester City. Villa è reduce da una vittoria del titolo in Spagna con l’Atletico Madrid, a ottobre ha giocato per un breve periodo al Melbourne City in Australia, totalizzando due reti in quattro presenze di campionato. Avventura più o meno simile quella di Kakà, l’ex Milan ha giocato negli ultimi tempi al San Paolo, in Brasile, e ora vestirà i colori dell’Orlando City, compagine new-entry. Tuttavia il palcoscenico sarà probabilmente tutto per Sebastian Giovinco, colpo invernale del Toronto. Giovinco, 28 anni, è stato acquistato a parametro zero dalla Juventus e ha optato per il Canada rinunciando a varie proposte dall’Europa. Un veterano del campionato è invece Obafemi Martins, punta nigeriana dei Seattle Sounders che è letteralmente rinata con il club americano (27 gol in 59 partite totali).

LE STELLE STATUNITENSI

MLS1

Non mancano certo grandi giocatori nativi degli Stati Uniti. Le stelle della nazionale americana giocano in maggioranza nella Major League Soccer. Tra i tanti meritano una menzione Clint Dempsey, Michael Bradley, Jermaine Jones, Jozy Altidore e Chris Wondolowski. Dempsey è sicuramente il più conosciuto a livello internazionale, è reduce, così come i suoi connazionali, da un grande Mondiale con gli USA. Ha 31 anni ed è tornato in patria circa un anno fa, dopo aver lasciato il Fulham. Nell’annata 2014 ha realizzato 17 gol in 31 partite totali con i Seattle Sounders. Bradley, centrocampista centrale classe ’87, è andato via dall’Italia nello scorso inverno ed è un vero pilastro della mediana del Toronto e della nazionale statunitense. Jermaine Jones è stata una delle rivelazioni della Coppa del Mondo brasiliana, ma il centrale di centrocampo di origine tedesca attualmente è alle prese con un infortunio all’inguine. Quando tornerà a disposizione del tecnico Jay Heaps sarà una pedina fondamentale nell’undici del New England. Altidore (Toronto) e Wondolowski (San Jose Earthquakes) sono due attaccanti di razza, il primo è tornato negli USA in inverno dopo sette anni passati lontani dalla patria, il secondo invece conosce bene il campionato che gli ha regalato fama a livello internazionale.

GLI ALTRI GIOCATORI

MLS2

Tanti sono anche gli europei, gli africani e i sudamericani nella massima serie americana. Il fratello di Gonzalo Higuain, Federico, è la punta dei Colombus Crew ed ha messo a segno 27 reti in 71 partite giocate in maglia giallo-nera. Al San Jose è sbarcata una vecchia conoscenza del calcio italiano, l’attaccante svizzero ex Siena e Livorno, Innocent Emeghara. Non ancora nominato Robbie Keane, trascinatore dei Los Angeles Galaxy nell’ultima stagione. Il bomber irlandese è riuscito a portare a casa tre campionati dal suo arrivo negli Stati Uniti, conta 53 gol in 81 partite totali con la squadra americana. Un colpo interessante è quello messo a punto dall’Houston Dynamo che ha acquistato Erick Torres, centravanti messicano classe ’93 attualmente in prestito al Guadalajara (tornerà in estate). Da tenere d’occhio anche i giovani ghanesi Samuel Inkoom, David Accam e Adam Larsen Kwarasey, il difensore centrale polacco ex Betis Damien Perquis, l’estremo difensore algerino Rais M’Bolhi, l’ex Southampton Guly do Prado, il giovane ecuadoriano Joao Plata, il sierraleonese Kei Kamara, gli inglesi Luke Moore e Liam Ridgewell, il difensore centrale belga Laurent Ciman, l’austriaco Emanuel Pogatetz e il trequartista cileno del Vancouver, Pedro Morales.