Alla scoperta della Bulgaria, prossima avversaria dell’Italia nelle qualificazioni ad Euro 2016

Bulgaria 2Sabato sera, alle 20.45, l’Italia sfiderà allo stadio Vasil Levski di Sofia la nazionale della Bulgaria, in corsa insieme agli Azzurri per un posto nell’Europeo del 2016 che si terrà in Francia. I bulgari sono quarti su sei squadre del girone H, a -6 dal secondo posto occupato proprio dalla nazionale di Conte, a pari punti con la Croazia ma sotto con la differenza reti. Con la seconda posizione la squadra si qualifica direttamente, il terzo posto può essere una speranza più che concreta per staccare un biglietto per la Francia ma bisognerà disputare degli spareggi a meno che non si fanno più punti di tutte le altre terze classificate. Insomma, la Bulgaria deve vincere per cercare di avvicinarsi ala Norvegia, la quale attualmente ha un punto in meno dell’Italia. Tuttavia gli scandinavi andranno a giocare in Croazia e la formazione di Ivaylo Petev dovrà cercare di sfruttare al meglio la chance.

Bulgaria

Ma andiamo a scoprire bene chi sono i Luvovete (i leoni) della Bulgaria. Tra loro ci sono anche due “italiani”. Uno è una bandiera della nazionale bulgara che è tornato a rappresentare il suo paese dopo quasi circa due anni dall’ultima apparizione. Si tratta dell’attaccante attualmente in forza alla Ternana, Valeri Bojinov. L’altro è una giovane promessa militante nel Palermo, il centrocampista Ivaylo Chochev, che spera di debuttare con la nazionale. I tempi di Berbatov sono finiti ma ora la Bulgaria può contare su un altro capitano, la stella del Kuban, Ivelin Popov. Classe ’87, è un trequartista, finora ha realizzato 10 reti in 49 partite con la 71ª selezione del mondo. Agirà nella trequarti a tre che probabilmente schiererà  il tecnico Petev insieme al classe ’92 Georgi Milanov e all’ala del Ludogorets Mihail Aleksandrov. Il 4-2-3-1 è lo schema che adotterà la squadra bulgara. Tra i pali spazio alla saracinesca del Ludogorets Vladislav Stoyanov. Sarà però un bel ballottaggio con una vecchia conoscenza del calcio italiano, Nikolay Mihaylov, ex Hellas Verona. Vedremo chi alla fine partirà dal primo minuto. Sulle fasce largo al terzino destro Goergi Terziev (o Stanislav Manolev) e al sinistro Ivan Bandalovski, rispettivamente di Ludogorets e Partizan. Al centro della retroguardia l’esperto del Fulham Nikolay Bodurov farà coppia con Aleksandar Aleksandrov, ma attenzione anche all’alternativa Veselin Minev, duttile difensore che potrebbe muoversi sia da esterno che da centrale. Assente per infortunio Ivan Ivanov, alle prese con una rottura del legamento crociato. Il duo in mediana dovrebbe essere composto dal giovane talento del Bolton Simeon Slavchev e dal mediano Svetoslav Dyakov. Anche in questo caso importanti risorse potrebbero essere il regista del Levski Sofia Vladimir Gadzhev, i giovani Malinov e Chochev o all’occorrenza lo stesso Manolev che può ricoprire il ruolo di centrocampista. Lì davanti il favorito è il centravanti Iliyan Mitsanski, attualmente nella seconda serie tedesca. Altre piste potrebbero però essere Valeri Bojinov, Aleksandar Tonev e Popov schierato da prima punta.

PROBABILE FORMAZIONE

Stoyanov; Terziev, A. Aleksandrov, Bodurov, Bandalovski; Slavchev, Dyakov; Milanov, Popov, M. Aleksandrov; Mitsanski.