Alla scoperta del…CD Nacional

Oggi conosciamo meglio il CD Nacional, club fondato nel 1910 e militante nella Primera Liga portoghese. Il Nacional è la squadra più importante dell’arcipelago di Madeira, è ha un’accesa rivalità con i vicini del Maritimo. Dal 2002 milita nella massima divisione portoghese, raggiungendo nel 2004 il quarto posto. La maglia del Nacional è stata vestita anche da Cristiano Ronaldo, che, nato a Funchal, crebbe nelle giovanili del club delle Madeira. I giocatori della squadra sono soprannominati Alvinegros, ossia bianco-neri, per via delle divise che indossano. Giocano le loro partite interne all’Estadio da Madeira, che ha una capienza di 5.000 posti a sedere. Il presidente attuale il portoghese Rui Alves che nel 2012 ha nominato allenatore Manuel Machado, assistito dal brasiliano Rodrigo Souza, preparatore dei portieri. Passando alla rosa, iniziamo dal reparto più arretrato, la difesa. Il portiere titolare indiscusso è l’italo-brasiliano Eduardo Gottardi, acquistato un anno fa dall’União Leira. Da poco è in squadra anche il secondo portiere Ricardo Batista, che ha vestito anche la maglia della nazionale portoghese U-21. La terza scelta è Rui Silva, giovane di solo 19 anni. La difesa è composta per la maggior parte da stranieri, sei brasiliani e due mozambicani. Di solito il Nacional gioca con una difesa a quattro che serve a formare un modulo simile al 4-3-3. I centrali titolari sono Miguel Rodrigues, ventenne portoghese, e Mexer, titolare anche nella nazionale mozambicana. Mexer è la vera colonna della difesa, con il Mozambico ha giocato una Coppa d’Africa e ha avuto esperienze con l’Olhanense e con lo Sporting Lisbona. Ma loro non sono gli unici centrali. Da poco è stato acquistato in prestito dal Gremio Anapolis il giovane Renato. A fargli compagnia ci sono altri due suoi connazionali, Jaime e Maiko. Il terzino destro titolare è Marçal, mentre a sinistra gioca Junior. Molto bravi sono anche i due terzini destri João Aurélio, portoghese, e Claudemir, originario del Brasile. I difensori abbondano, anche sulla fascia. Il mozambicano Zainadine Junior è un tuttofare, il ventitreenne Sequeira se la cava molto bene sulla fascia sinistra. Inoltre c’è anche Campos Nuno, quarto terzino sinistro, ma ha solo 20 anni. Se in difesa la rosa è molto ampia, a centrocampo non è così. Il regista titolare è l’egiziano Ali Ghazal che di solito gioca davanti alla difesa. Gazal veste la maglia n°66 e ha ventuno anni, è cresciuto nel vivaio del Wadi Degla. La sue alternative principali sono Rafa e il croato Dejan Skolnik; altri due sono Diogo Coelho e Jota, ma entrambi hanno solo vent’anni. L’attacco è il reparto migliore di tutta la squadra. Ci sono giocatori del calibro di Mateus, Djanyni e Mario Rondon, titolari nelle proprie nazionali. Il venezuelano Mario Rondon gioca di solito sulla fascia destra mentre l’angolano Mateus gioca a sinistra. Djanyni, originario di Capo Verde, è la punta boa. Il capoverdiano è classe ’91, ha già segnato 5 gol con la sua nazionale ed è cresciuto con l’União Leiria e il Benfica B. Molto bravi sono anche i due esterni d’attacco Diego Barcelos, brasiliano, e Daniel Candeias, titolare nell’ultima partita. Fa parte del reparto offensivo anche il diciannovenne trequartista Edgar Abreu. Le riserve di Djanyni sono l’angolano João Lucas e il brasiliano Douglas Parà, entrambi molto giovani. Tutta la squadra mantiene una media età piuttosto basta, nessuno arriva ai trent’anni. È uno standard che in Portogallo seguono molto, credono nel settore giovanile e non esitano molto a mandare qualche giovane in campo. Il capitano è Mateus, da cinque anni al Nacional dove ha giocato 142 partite segnando 35 gol.

Mateus Galiano da Costa, attaccante del Nacional con cui ha giocato più di 100 partite
Mateus Galiano da Costa, attaccante del Nacional con cui ha giocato più di 100 partite

Be the first to comment

Leave a Reply