Algeria, muore l’attaccante di 24 anni Ebossé colpito da una pietra

Albert Ebossé con il Kabylie
Albert Ebossé con il Kabylie

Ennesima tragedia nel mondo del calcio, stavolta il luogo della disgrazia è l’Algeria. Ieri, durante una partita di campionato tra JS Kabylie e USM Alger, un lancio di pietre dei tifosi locali ha provocato la morte dell’attaccante del Kabylie Albert Ebossé Bodjongo, classe ’89 che secondo il quotidiano “Marca” proprio ieri era diventato papà. Stella della formazione di Hugo Broos, aveva realizzato 19 reti in 32 partite di massima serie algerina. Dopo una sconfitta della loro squadra i tifosi hanno iniziato a lanciare pietre dagli spalti che hanno colpito sfortunatamente il centravanti originario di Douala il quale ha riportato un trauma cranico ed è deceduto in ospedale. Mentre i giocatori rientravano negli spogliatoi Ebossé è stato colpito, proprio lui aveva siglato l’unica rete del Kabylie nella sconfitta per 2-1. Gli incidenti sono proseguiti anche fuori dallo stadio, il ministro dell’Interno Tayev Belaiz ha ordinato subito l’apertura di un’inchiesta sul gravissimo episodio. La stella della squadra, che era uno dei giocatori più bravi del campionato algerino, secondo fonti francesi, era stata contattata anche da Nantes, Montpellier e Chievo Verona che volevano acquistare il giocatore. Ha giocato sei partite con la nazionale maggiore del Camerun, nella sua breve carriera ha vestito anche le maglie di Coton Sport, Unisport de Bafang, Doula AC e Perak, in Malesia. Proprio in Asia ha realizzato undici reti in sedici gare di campionato. Le condoglianze sono arrivate subito da tutta l’Africa, anche paneecalcio si unisce al cordoglio verso la famiglia Ebossé.

Be the first to comment

Leave a Reply