Africa, stangata per il Marocco – squalificato per le prossime due edizioni della Coppa d’Africa

MaroccoMano pesante della confederazione africana di calcio che oggi ha comunicato la squalifica della nazionale marocchina per le prossime due edizioni della Coppa d’Africa. Il motivo è il ritiro dall’organizzazione della trentesima edizione del torneo continentale, avvenuto pochi mesi fa a causa dell’emergenza del virus Ebola che sta colpendo alcuni paesi dell’Africa Occidentale da più di un anno. La CAF non ha preso bene questa decisione da parte della federazione marocchina e ha squalificato la squadra magrebina per le prossime due edizioni della Coppa d’Africa, del 2017 e del 2019. La federcalcio del paese arabo è stata multata di un milione di dollari inoltre per il danno d’immagine provocato causato e ne rischia altri otto come risarcimento nei confronti degli sponsor. La CAF aveva rifiutato a novembre la proposta del Marocco di spostare la competizione al 2016 ma il presidente Hayatou fu contrario all’idea affidando poco tempo dopo l’organizzazione della Coppa d’Africa 2015 alla Guinea Equatoriale. La confederazione ritenne infatti il pericolo di contagio per il flusso di tifosi una giustificazione non sufficiente. Fu da subito tolta la partecipazione all’attuale Coppa d’Africa del Marocco, sostituito dalla nazionale equatoguineana. Oggi il calcio marocchino sta vivendo il periodo più buio della sua storia, occupa la posizione 82 nel Ranking FIFA e non supera il primo turno di una Coppa delle Nazioni Africane dal 2004. Benatia, Boussoufa e compagni rischiano quindi di sprofondare ancora di più dopo questa pesante sanzione.